Connect with us

Motociclismo

Iannone solo 16° in Argentina

Published

on

09/04/2017 – Una penalità lo costringe a una gara anonima. Ancora nessun punto in classifica generale. Prossimo appuntamento in Texas

Ci ha provato ma problemi nei giorni di prova e la penalità in gara hanno segnato anche il Gran Premio d’Argentina. Dopo il ritiro in Qatar Andrea Iannone resta a mani asciutte anche nel secondo gran premio stagionale dovendo accontentarsi a malincuore di un sedicesimo posto che non porta alcun punto in classifica. La partenza anticipata in griglia lo ha frenato quando stava provando a rientrare nei migliori dieci ma il feeling con la Suzuki non è stato dei migliori nei due giorni precedenti con poca fiducia e tanta fatica in pista nello spingere come avrebbe voluto.

La gara – Il sesto posto nel warm up mattutino riapre una flebile speranza per provare a cambiare la storia della gara pomeridiana ma in gara la partenza non aiuta Iannone. Partito dalla quarta fila in dodicesima casella si ritrova in sedicesima posizione dovendo evitare una caduta per il contatto con Lorenzo(andato subito fuori dai giochi). Mentre in avanti provano le prime fughe nel gruppone il pilota di Vasto prova a guadagnare posizioni aprendo una mini lotta con Rins e Abraham, poi arriva addirittura in decima posizione ma a sorpresa arriva la penalità a cambiare la storia della sua gara. I giudici ravvisano una partenza anticipata del vastese e lo frenano con il ‘drive-trough’ costringendolo a rientrare nei box per poi rientrare in pista dalla ventunesima posizione. Nel frattempo fioccano le cadute, clamorosa quella di Marquez quando era in fuga davanti a tutti, poi a metà gara tocca prima a Pedrosa poi Dovizioso e Aleix Espargaro mentre nelle retrovie Iannone risale fino alla definitiva sedicesima posizione. Vinales si conferma fenomenale, porta a casa il secondo gran premio consecutivo alle spalle di un intramontabile Valentino Rossi con Crutchlow a completare il podio.

Un weekend argentino da dimenticare in fretta, per Iannone e la Suzuki le prossime due saranno settimane di lavoro intenso, insieme vogliono migliorare per provare ad avvicinarsi ai migliori, altre risposte si potranno avere in Texas quando la MotoGp tornerà protagonista il 23 aprile nel Gran Premio delle Americhe sul tracciato di Austin.