Connect with us

Calcio

Il Notaresco sfiora l’impresa, il Pescara passa ai rigori

Published

on

Coppa Italia – Decisivo l’errore di Sorrini dopo una serie infinita (9-8). Dopo 120 minuti 1-1 con reti di Riccardi e Banegas

Impresa sfiorata dal S.N. Notaresco e Pescara che passa al prossimo turno di Coppa Italia vincendo ai calci di rigore una gara infinita. Una serie lunghissima, dopo 120 minuti e più di gara chiusi sull’1-1 con le realizzazioni di Riccardi e Banegas, per decretare l’ammissione alla successiva fase della competizione nazionale.

La partita. Derby abruzzese inedito per il secondo turno della Coca Cola Cup: da una parte il Pescara di B e dall’altra, con orgoglio, il S.N. Notaresco di Serie D, arrivato sul rettangolo verde dell’Adriatico Giovanni Cornacchia dopo l’indimenticabile ‘blitz‘ della settimana scorsa al Cibali-Massimino di Catania.

Tra i padroni di casa diversi i cambi di Oddo nel suo scacchiere iniziale, rispetto al debutto di campionato contro il Chievo: in porta ecco Del Favero, a centrocampo e in attacco i debutti degli ultimi arrivati Leandro Fernandes e Asencio. Mister Epifani, ex della partita, da parte sua, confortato anche dal vincente inizio di domenica Pineto, schiera in prima linea Banegas, Dos Santos e Marchionni.

Vivace la fase d’avvio della sfida: al 3′ destro di Marchionni, per gli ospiti, e palla di poco fuori. Due minuti più tardi punizione di Galano che, deviata da Shiba, colpisce la traversa. I biancazzurri fanno la partita e attaccano con buona continuità ed al 25′ trovano la via del gol dell’1-0: in velocità Asencio diventa ‘assist man‘ e rifornisce un buon pallone che Riccardi di piatto, infila all’angolino. Immediata la replica della squadra di Epifani con Marchionni il quale, da ottima posizione, dopo un’azione personale al 27′, alza troppo la mira. Notaresco propositivo e Marchionni, sempre lui, alla mezzora impegna Del Favero. Al 33′ arriva la rete rossoblù: Banegas, di destro, a coronamento di una bella azione corale rifinita da Frulla, calcia di precisione e mette il pallone in porta per l’1-1. Poi si fa male Marchionni ed entra Cancelli nel team ospite.

La ripresa si apre con i cambi di Oddo a centrocampo: dentro Omeonga e Memushaj per Fernandes e Diambo. Il Notaresco cambia centravanti ed il vastese Michele Cesario prende il posto di Dos Santos al 13′. La differenza di categoria non scalfisce l’ardore e l’entusiasmo del Notaresco che gioca sempre determinato e compatto. Il Pescara ci prova al 25′ ed al 28′, con Ventola e Ceter, ma senza precisione. Al 36′, su iniziativa di Cesario e Banegas, è provvidenziale l’intervento in chiusura di un difensore a salvare su Cancelli. Poi, al 90′, è bravo Shiba a dire ‘no’ a Jarozynski.

Si va all’extratime, come a Catania per il Notaresco. Ceter, per i biancazzurri, si rende pericoloso al 6′, gran tiro e sfera di poco a lato. Al 4′ del secondo supplementare ci prova Frulla con un tiro potente dalla distanza, bravo Del Favero a respingere. Biancazzurri poi insidiosi sull’asse Capone-Galano al 13′, ma l’1-1 non si schioda.

Si va ai calci di rigore.

Vanno a segno per il Pescara Maistro e Memushaj, per il Notaresco Frulla e Cesario. Poi doppia traversa con Capone tra i biancazzurri e Cancelli per i rossoblù. Ceter e Bianciardi, poi, segnano e chiudono la prima serie sul 4-4. Si procede ad oltranza: rigori per ok nella ‘sfida infinita‘ per Galano, Banegas, Bellanova, Colombatti, Ventola, Lattarulo. Due errori, a seguire: di Omeonga e Blando con la palla di quest’ultimo, che poteva essere della storica qualificazione, che finisce sulla traversa. Jarozynski e Gallo non sbagliano, ancora parità. Infine: gol di Scognamiglio ed errore di Sorrini con la parata di Del Favero. Finisce 9-8. Passa il Pescara che troverà il Parma al prossimo turno. Ma grandi applausi ad un S.N. Notaresco indomito e davvero grande protagonista.

Pescara-S.N. Notaresco 9-8 dopo i calci di rigore

Reti: 25′ Riccardi, 33′ Banegas

Pescara (4-3-2-1): Del Favero; Ventola, Elizalde (6′ pts Bellanova), Scognamiglio, Jaroszynski; Maistro, Leandro Fernandes (1′ st Omeonga), Diambo (1′ st Memushaj); Galano, Riccardi (15′ st Capone); Asencio (15′ st Ceter). A disposizione: Fiorillo, Radaelli, Quacquarelli, Longobardi, Busellato, Belloni, Bocic. Allenatore: Oddo

S.N. Notaresco (4-3-3): Shiba; Di Stefano (8′ pts Sorrini), Gallo, Speranza (8′ pts Colombatti), Lattarulo; Frulla, Blando, Bianciardi; Banegas, Dos Santos (13′ st Cesario), Marchionni (37′ Cancelli). A disposizione: Deamljia, Ghiani, Di Saverio, Antonacci, Massarotti, Mancini, Simoncini. Allenatore: Epifani

Arbitro: Di Martino di Teramo