Connect with us

Calcio

Il Pescara batte 3-1 il Pisa: la ‘fiammella’ è ancora accesa

Published

on

Tre punti per alimentare la ‘fiammella’ della speranza: il Pescara torna alla vittoria e supera 3-1 all’Adriatico il Pisa meritando pienamente la conquista dell’intera posta in palio con i gol messi a segno da Galano, da Machin e Busellato (di Marconi per gli ospiti). Successo casalingo che arriva a distanza di oltre 3 mesi dall’ultimo, risalente al dicembre 2020 con il Monza.

La partita. Cambia nuovamente modulo e stavolta propone il 4-3-3 mister Grassadonia, costretto alle scelte dalle assenze in difesa (di Guth, Bocchetti, Drudi e Balzano e fuori causa pure Memushaj, Rigoni e Tabanelli in mediana): nel pacchetto arretrato coppia centrale Sorensen-Scognamiglio e Bellanova e Masciangelo sulle corsie esterne; a centrocampo, con Busellato, ci sono Dessena e Maistro; in attacco, a sostegno di Odgaard centravanti, giocano Galano e il rilanciato Capone.

Il primo squillo della partita è degli ospiti al 4′: Marsura conclude alto dopo un contrasto con Scognamiglio. Al 16′ ci prova Mazzitelli per i toscani, reattivo Fiorillo che devia abilmente in angolo. Al 28′ buona opportunità per i biancazzurri: bello spunto di Galano, pallone servito ad Odgaard che si libera al tiro e conclusione di poco a lato del giovane attaccante danese. Al 36′ ancora Pescara insidioso: provvidenziale Beghetto che salva su Galano proiettato pericolosamente verso l’estremo difensore ospite. Premono i padroni di casa e al 41′ trovano meritatamente la via del gol: ‘cioccolatino’ di Odgaard nel servire un pallone d’oro a Galano che lo mette in porta alle spalle di Gori per la realizzazione dell’1-0.

In avvio di ripresa prova a mutare il canovaccio della sfida il pescarese D’Angelo, trainer del Pisa, con gli inserimenti di Caracciolo, Birindelli e Vido, ma il Pescara tiene bene il campo e non smette di essere propositivo. Cambio, giocoforza poi, pure per Grassadonia che mette dentro Machin in sostituzione dell’infortunato Maistro. Al 18′ ottima chance per il Delfino: proprio il neo entrato Machin, a chiusura di una bella combinazione con Capone, conclude a lato senza precisione, non concretizzando una pregevole ripartenza. Due minuti più tardi ancora Machin calcia fuori su assist di Galano. Al 27′ vicinissimo al raddoppio Capone, imbeccato da Odgaard protagonista di un sontuoso assolo, Gori fa il miracolo togliendo il pallone dall’incrocio dei pali Al 32′ debutta il difensore ex Benevento Volta che prende il posto di Capone e torna al 3-5-2 Grassadonia affiancando Ceter (che subentra a Galano) a Odgaard. Al 40′ è ancora super Gori che dice ‘no’ a Busellato, arrivato a concludere al culmine di una ben imbastita manovra d’attacco dei biancazzurri. Al 45′, meritato, ecco il 2-0: lo firma Machin, con un gran tiro che stavolta non lascia scampo a Gori. Sembra fatta, ma il Pisa, poco dopo, rientra in partita con la rete del 2-1, al 47′ sugli sviluppi di un’azione d’angolo, da Marconi. Finale concitato e minuti di recupero palpitanti, il Pisa si riversa in avanti, ma il Pescara, proprio allo scadere, va ancora a bersaglio con Busellato che la chiude sul 3-1 grazie ad una ripartenza efficace e micidiale di Giannetti.

Affermazione limpida, il Pescara prova ad aggrapparsi alla speranza. I biancazzurri restano penultimi, adesso a quota 26, sotto di 2 punti dall’Ascoli terzultimo, a 4 dalla Reggiana quartultima ed a 6 dal Cosenza quintultimo (posizione, questa, da inquadrare in ottica play out). Lunedì di Pasqua difficile trasferta a Monza, Grassadonia e i suoi ragazzi devono lottare.

Pescara-Pisa 3-1

Rete: 41′ Galano, 45′ st Machin, 47′ st Marconi, 50′ st Busellato

Pescara (4-3-3): Fiorillo; Bellanova, Sorensen, Scognamiglio, Masciangelo; Dessena, Busellato, Maistro (17′ st Machin); Galano (32′ st Ceter), Odgaard (49′ st Giannetti), Capone (32′ st Volta). A disp. Alastra, Radaelli, Nzita, Volta, Valdifiori, Fernandes, Omeonga, Riccardi, Vokic. All. Grassadronia

Pisa (4-3-1-2): Gori; Bellim (10′ st Birindelli), De Vitis (1′ st Caracciolo), Benedetti, Beghetto; Gucher (37′ st Pisano), Quaini (28′ st Sibilli), Mazzitelli; Marsura; Palombi (10′ st Vido), Marconi. A disp. Perilli, Loria, Meroni, Marin, Masetti, Lisi, Andreano. All. D’Angelo

Arbitro: Pasqua di Tivoli

Redazione Vasport – redazione@vasport.it