Connect with us

Ciclismo

Impresa del vastese Roberto Menicucci: raggiunto Capo Nord in bici

Published

on

Il professore e preparatore atletico vastese, ma piemontese d’adozione, ha portato a termine l’edizione della “North Cape 4000” in 15 giorni

L’arrivo di Menicucci a Capo Nord

Più che una ricerca di una sfida continua l’obiettivo costante è quello di cercare di superare i propri limiti. Roberto Menicucci negli ultimi anni che sia di corsa o in bicicletta si è regalato imprese incredibili lungo il nostro Stivale ma soprattutto oltre i confini nazionali.

Ieri mattina ha completato un’altra incredibile avventura, settimane e settimane di intensa preparazione (oltre 6000 km) attraversando gran parte dell’Italia (toccando anche la sua amata Vasto) per farsi trovare pronto in vista della “North Cape 4000” (manifestazione ultracycling che per l’edizione 2021 ha visto 300 riders alla partenza).

Fatica e sorrisi durante il lungo percorso

Ovvero raggiungere Capo Nord il punto più a Nord dell’Europa dovendo percorrere la bellezza di 4.300 km, questa volta in bici. Il trentanovenne professore e preparatore atletico vastese ma ormai piemontese d’adozione (vive con la moglie Valentina e i figli ad Alba da tanti anni) è partito da Rovereto avendo come spalla il compagno Vincenzo La Montagna lo scorso 24 luglio con la voglia di raggiungere Capo Nord e togliersi un’altra splendida soddisfazione. Anche 300 km al giorno, dalle prime luci dell’alba fino al tramonto, toccando località come Budapest, Cracovia, Riga, Lukow, Rovaniemi (la città di Babbo Natale) arrivando già venerdì al circolo polare artico dove la fatica si è iniziata a far sentire ancor di più ma tanta era la voglia di arrivare al traguardo.

La foto della partenza il 24 luglio da Rovereto

“La bicicletta insegna cos’è la fatica, cosa significa salire e scendere, insegna a vivere. Il ciclismo è un lungo viaggio alla ricerca di se stessi”, una delle frasi postate insieme alle foto per raccontare la sua incredibile esperienza, fino all’ultimo post di ieri mattina, quello dove il vastese Roberto è immortalato con la bici nel punto di arrivo a Capo Nord. 361 ore di pedalate in 15 giorni, tantissima fatica ma all’arrivo la gioia dell’ultraciclista vastese era percepibile, e bene, anche dalla foto. Nelle prossime ore rientrerà in Italia, qualche giorno di meritato relax, poi siamo sicuri che si inizierà a concentrare sulla prossima personale sfida, Roberto Menicucci è davvero uno di quelli che non conosce limiti, lui però alle parole preferisce sempre i fatti.

Antonio Del Borrello – antoniodelborrello@vasport.it

Advertisement
Advertisement

Facebook