Connect with us

Calcio

Inglese “positivo” a San Siro: “Parma sfortunato in queste settimane, possiamo fare un bel campionato”

Published

on

In campo contro l’Inter, dopo essere tornato negativo dal Covid, ha servito l’assist per il raddoppio di Gervinho

Fuori dall’elenco dei convocati venerdì sera, in campo e fondamentale, per il Parma ieri a San Siro. Per privacy i ducali negli ultimi venti giorni non hanno mai comunicato i nomi dei propri tesserati risultati positivi al Covid ma tracciarli, viste le loro indisponibilità nei match successivi, è stato semplice.

Tra questi anche l’attaccante vastese Roberto Inglese che dopo le prime due settimane di stop forzato causa virus martedì era tornato a lavorare in gruppo perché negativo all’ultimo tampone e convocato per la sfida di Coppa (poi vinta contro il Pescara) in programma mercoledì. In campo però non si è visto, i gialloblù qualche ora prima avevano comunicato la “ri-positività” di un tesserato, scontato arrivare a capire chi fosse.

Non ha giocato contro il Pescara e inizialmente era rimasto fuori dalla lista dei convocati (comunicata venerdì sera intorno alle 19:30), in vista del match di ieri in programma a San Siro contro l’Inter. La storia è però cambiata quando i gialloblù, ieri pomeriggio alle 16, si sono fatti sentire con un nuovo comunicato: “La società comunica che un calciatore, dopo la recente ripositivizzazione, ha effettuato il test molecolare di controllo che ha dato esito negativo. Per questo motivo ha raggiunto il resto del gruppo squadra a Milano e sarà a disposizione per la gara di questo pomeriggio”.

Convocato in extremis e mandato in campo a inizio ripresa con il Parma capace di andare avanti di due reti a San Siro (poi 2 a 2 il finale con rimonta dell’Inter) grazie alla doppietta di Gervinho. Il classe ’91 di Vasto non ha trovato la via del gol ma si è reso protagonista di una prestazione di spessore (era lontano dai campi dalla prima giornata) battagliando su ogni pallone e servendo un assist al bacio, in occasione del raddoppio, per il compagno ivoriano.

A fine partita un pizzico di amaro in bocca per la vittoria sfumata nel finale ma Inglese guarda con fiducia al futuro: “Affrontavamo l’Inter che è una grande squadra, c’è mancata secondo me un pizzico di concentrazione nel finale. Abbiamo corso per 90 minuti tutti quanti in maniera ordinata, peccato perché è un gol che potevamo evitare. Fare punti su un campo difficile come questo non capita tutti i giorni. Non stiamo attraversando un grande periodo, quando fai cambiamenti ci sono periodi di transizione.

Stiamo cercando di fare quello che ci chiede il mister e piano piano ci riusciremo. Non abbiamo mai avuto la rosa al completo a disposizione in questi due mesi, speriamo che da questo momento in poi ci togliamo la sfortuna alle spalle e possiamo lavorare tutti insieme. L’unico obiettivo nostro è lavorare con la rosa al completo, se siamo tutti possiamo fare un bel campionato perché siamo una grande squadra”.

Cestinato il Covid e ritrovato il campo con un bellissimo assist ora Roberto Inglese vuole il primo gol della stagione, sabato sera (7 novembre, ore 20:45) al “Tardini” arriva la Fiorentina, i viola sono già avvisati, il bomber vastese ha una voglia matta di gonfiare la rete.

Antonio Del Borrello – antoniodelborrello@vasport.it