Connect with us

Calcio

Insulti razzisti: è arrivata la stangata per Mucci

Published

on

07/12/2017 – Dopo l’espulsione di domenica per l’attaccante (non più) in forza al Casalbordino c’è stata la mano pesante del giudice sportivo. La seconda esperienza in giallorosso durata meno della prima, è già stato sostituito da Fabrizio Polzella

Giuseppe Mucci: l’avventura a Casalbordino è durata mezzora

Adesso c’è anche la motivazione. Magari tra qualche ora l’Apd Casalbordino romperà per un attimo il suo silenzio stampa per provare a tutelarsi ma la lunga squalifica inflitta a Giuseppe Mucci parla chiaro. Nelle parole del giudice sportivo lette poco fa nel comunicato emesso dalla Figc regionale si è avuta la conferma dopo quanto successo in campo nei minuti finali della sfida persa dai giallorossi a Francavilla in casa del Villa2015. Insulti razzisti ai danni di un avversario(il difensore Djily Thioye) costati al trentatreenne centravanti termolese ben 10 giornate di squalifica. Stagione compromessa o quasi, potrà rientrare in campo solo il 25 febbraio ma il Casalbordino non ha voluto aspettare tutti questi mesi.

Già da domenica il Casalbordino si è immediatamente dissociato dal comportamento del suo tesserato a cui ha comunicato di potersi ritenere libero di trovarsi una nuova sistemazione, tornato in giallorosso(dov’era già stato per qualche mese nella stagione 2015/2016) ufficialmente venerdì con la riapertura del mercato dicembrino la seconda esperienza casalese in campo per un match ufficiale è durata poco più di mezzora. Entrato a inizio ripresa al posto dell’infortunato Rispoli qualche minuto prima del novantesimo ha beccato il rosso per gli epiteti rivolti al colored del Villa. Mancano ancora comunicazioni ufficiali ma martedì alla ripresa degli allenamenti non era a Casalbordino, al suo posto si è messo a disposizione di mister Roberto Cesario l’ex Termoli Fabrizio Polzella, già pronto ad esordire domenica nel big match contro la Val Di Sangro.

Redazione Vasport – redazione@vasport.it