Connect with us

Calcio

La capolista Notaresco cerca conferme nel derby col Pineto

Published

on

E’ ancora tempo di derby per il SN Notaresco pronto ad affrontare il Pineto al “Vincenzo Savini” in una sfida che mette in palio punti per le zone nobili della classifica. La vittoria ottenuta Domenica scorsa a Recanati ha permesso ai rossoblù di issarsi al primo posto in graduatoria al pari degli stessi marchigiani. Per questo motivo c’è grande entusiasmo in seno alla società del presidente Salvatore Di Giovanni ed alla tifoseria notareschina ma anche la consapevolezza di dover affrontare, domani, un avversario che sicuramente sarà tra i protagonisti, fino alla fine, nel girone F. Il Pineto, infatti, dopo un inizio difficile (un punto in due giornate) sembra aver ingranato la marcia giusta con due successi ed un pareggio negli ultimi tre turni con i numeri (4 reti segnate ed appena 3 quelle subìte) a dimostrare tutta la solidità dell’organico del presidente Silvio Brocco.

“Ci godiamo il momento – le parole del tecnico rossoblù Roberto Vagnoni – sappiamo quale è il nostro ruolo, ci giochiamo le nostre carte ma è vietato rilassarsi perché adesso affronteremo una delle migliori formazioni del girone. Il Pineto sta raggiungendo la migliore forma ed arriverà da noi, praticamente, al top. Sarà una sfida difficilissima ma, per noi, anche un bel test da affrontare sempre con il nostro atteggiamento”. Sulla stessa falsa riga anche il direttore sportivo del SN Notaresco, Paolo D’Ercole. “Lo stimolo, per noi, deve arrivare affrontando ogni squadra e non solo il Pineto che, al pari di altre tre, quattro formazioni, è, sulla carta, quella che può lottare fino alla fine per vincere il campionato. Noi proveremo a dargli fastidio come abbiamo fatto con le altre in queste prime giornate”.

Un solo assente in casa SN Notaresco con il tecnico Roberto Vagnoni che dovrà rinunciare all’infortunato Morganti.

SN NotarescoPineto sarà anche una sfida condito da diversi ex che, nel corso degli anni, hanno scritto pagine di rilievo della storia delle due società. Su tutti il tecnico attuale degli adriatici, Massimo Epifani che ha guidato per quattro stagioni la squadra del presidente Salvatore Di Giovanni lasciando un ricordo indelebile a partire dall’annata 2013/2014, quella del salto dall’Eccellenza ed il ritorno in serie D a suon di record. Poi tre campionati di serie D con play off e risultati straordinari. Un rapporto di profonda stima tra le parti e tanti amici con i quali ha condiviso momenti davvero felici. Dello staff tecnico, poi, fa parte anche il preparatore atletico Andrea Nardinocchi, fedelissimo di Massimo Epifani.

Una stagione e mezza, alla corte del massimo dirigente Di Giovanni, anche per Giampietro Farina, ora segretario a Pineto, Team Manager in biancazzurro dal 2016/2017 fino a metà dell’annata successiva nella quale ha mostrato tutta la sua professionalità e competenza.

E poi c’è Marco Pomante, difensore che, proprio la scorsa estate ha fatto il percorso inverso, passando dal Pineto dove ha giocato per tre stagioni (66 presenze e 7 reti) al SN Notaresco dove è uno dei baluardi difensivi dello scacchiere di mister Vagnoni.

Prima del via, su disposizione della F.I.G.C., sarà osservato un minuto di raccoglimento in memoria del patron del Sassuolo, Giorgio Squinzi.

Redazione