Connect with us

Atletica

La ‘community’ del podismo abruzzese si è rimessa in moto

Published

on

Buona partecipazione all’evento ‘Donne in Rosa’ di scena tra Grottammare e Cupra Marittima. Le parole di Alberico Di Cecco

Avanti con fiducia, buon senso, senza paura ed incertezze: finalmente si è rimessa in moto la community del podismo abruzzese targata Uisp, in occasione dello svolgimento a Grottammare dell’evento Donne in Rosa, ideata dall’Asd Running Riviera delle Palme di Mariano Vesperini per raccogliere fondi a favore dell’oncologia.

Quella che è andata in scena sul lungomare sud di Grottammare – si legge in una nota dell’Atletica Uisp Abruzzo e Molise -, è stata una terza edizione di grande interesse sportivo ed extra-sportivo, con una simulazione di gara (omologazione Uisp) sui 10 chilometri del percorso interamente disegnato sulla pista ciclopedonale in un tragitto andata e ritorno fino a Cupra Marittima (oltre alla 10 chilometri agonistica si è svolta una camminata non competitiva di 5 chilometri).

Ai nastri di partenza 160 corridori con una folta rappresentanza di team podistici abruzzesi (Vini Fantini, Asd I Lupi d’Abruzzo, Atletica Val Tavo, Asd Lido Delle Rose-Roseto, Nuova Atletica Montesilvano, Runners Pescara, Atletica Abruzzo L’Aquila, Podistica Avis Alba Adriatica, Let’s Run for Solidarity, GS Martinsicuro, Passologico, I Podisti di Nemo, Atletica Cologna Spiaggia, Gruppo Podistico Amatori Teramo e Runners Casalbordino) e anche da altre regioni d’Italia che hanno voluto marcare la propria presenza con le dovute precauzioni e la collaborazione di tutti gli atleti nel rispettare le normative anti-contagio.

Nello specifico, come da protocolli Uisp in vigore, le partenze sono state scaglionate, a gruppi di 5 atleti per volta in base al numero di gara, con un distacco di 10 secondi tra un quintetto di partenti e quello successivo, con classifiche redatte real-time grazie all’ausilio del chip cronometraggio.

A totalizzare il miglior tempo in ambito maschile è stato Marco Campetti dell’Atletica Recanati (34’13”), a seguire il runner di Fara San Martino Alberico Di Cecco (Vini Fantini – 35’12”) e Luca Antonelli (Atletica Recanati – 36’11), sesto miglior crono assoluto (37’51”) per il podista di Tortoreto Pasqualino Lo Sterzo (in forza alla Marà Avis Marathon, squadra con sede a Cupra Marittima).

Tra le donne miglior tempo di Lorena Piastra (TX Fitness – 45’20”), seconda l’aquilana Simonetta Mei (Atletica Abruzzo L’Aquila – 46’28”) e terza Eugenia Tronciu (GS Fraveggio – 46’58”).

Alberico Di Cecco ha preso la parola sia come runner che nella veste di responsabile nazionale Uisp maratone ed ultramaratone per fare il punto generale della situazione e sull’approccio a questa modalità provvisoria di ripresa delle gare: “È stata una doppia emozione perché siamo tornati finalmente a gareggiare in una formula diversa rispetto alle tradizionali gare di gruppo con il distanziamento sociale e l’uso della mascherina nelle fasi di pre e post-gara. In attesa del vaccino o di una cura efficace, non possiamo cantare vittoria ma stiamo uscendo lentamente fuori dall’emergenza. Il significato fondamentale di questa manifestazione è che se siamo arrivati a questo punto, vuol dire che siamo stati bravi e abbiamo seguito alla lettera le misure restrittive anti-Covid. Questi eventi ci devono insegnare che finalmente possiamo mettere da parte la paura del contagio che avevamo a marzo con tutto il rispetto per chi ha perso la vita per il Covid-19. Con Mariano Vesperini e la sua Running Riviera delle Palme, noi come Uisp siamo stati al suo fianco in tutte le fasi organizzative e lui è stato bravo a metterci gli attributi.

Per questa manifestazione è arrivata a darci manforte anche una delegazione nazionale di giudici Uisp coordinata dal responsabile nazionale Cristian Mainini. Mi farò portavoce di questa situazione anche al consiglio nazionale Uisp perché da noi in Abruzzo siamo ancora in una fase di stasi nell’attesa che ci possano dare il via libera definitivo alle gare. Se a Grottammare, nelle Marche, ce l’hanno fatta sia gli atleti che gli organizzatori, è stato fatto un ottimo gioco di squadra insieme alle istituzioni locali. Questo primo ed importante piazzamento stagionale lo vorrei dedicare al compianto Antonio Bucci della Tocco Runners, che è stato ricordato nella mattinata di domenica a Fossacesia con un allenamento di gruppo in suo onore, unitamente a Gaetano Pallini della Polisportiva Hat Atri scomparso da pochi giorni.

Un appello ai giovani nel dopo Covid-19: “Colgo l’occasione per rivolgermi anche ai giovani – prosegue Di Cecco – che non hanno bisogno di essere spronati ma dovrebbero iniziare a camminare, correre, lanciare, saltare e credere in loro stessi. Sono gli schemi base che diciamo in ogni convegno o negli incontri con le scuole come elementi indispensabili per la crescita e per una migliore qualità della vita. Lo sport rimane sempre una palestra di vita ed è l’unico momento in cui bisogna mettersi alla prova vincendo le avversità, come stiamo facendo adesso contro un nemico invisibile”.

Classifiche complete al link http://www.digitalrace.it/file_class/864bclass_gen.pdf

Credit fotografico Alessandro Barbizzi

Redazione Vasport – redazione@vasport.it