Connect with us

Calcio

La missione di Machin e Masciangelo: “Conquistare Pescara”

Published

on

I due nuovi arrivati hanno debuttato – e bene – contro il Pordenone

Buona la prima, ma guai ad abbassare la guardia. Edoardo Masciangelo e Josè Machin hanno debuttato con profitto in maglia Pescara nella convincente vittoria contro il Pordenone (4-2), ma sono consapevoli che per mantenere una maglia da titolare devono faticare molto, data la nutrita e qualificata concorrenza. Insieme allo sgusciante Di Grazia, grande assistman contro i “Ramarri” ed autore di una tripletta nella sgambata amichevole contro il Morro d’Oro di giovedì (9-1 il punteggio), hanno costituito una catena di sinistra quasi perfetta. Ma ora hanno una missione chiara: conquistare Pescara.

Josè Machin è tornato a Pescara in prestito dopo 6 mesi a Parma. Ed in biancazzurro vuole riconquistare quella serie A che ha solo assaporato in Emilia senza poterla gustare appieno. «E’ stata una trattativa lampo, quando mi è arrivata la chiamata da Pescara ho accettato subito. La squadra è cambiata rispetto a quella che avevo lasciato, ma c’è un bel gruppo ed un ottimo staff tecnico», le parole del centrocampista. «Cosa mi manca per fare il salto di qualità? Secondo me nulla, ma a parelare deve essere il campo. A maggio, cioè a fine stagione, vedremo se avrò fatto il salto di qualità, che non è semplice trovare quando cambi squadra ogni 6 mesi. Ora mi auguro di fare un anno intero qui a Pescara, ma sono contento comunque dell’esperienza fatta a Parma con campioni come Inglese, Gervinho e Bruno Alves».

Edoardo Masciangelo, classe ‘96 proveniente dalla Juve U23, è stata la sorpresa di Zauri nell’undici anti Pordenone. «Essere qui è un traguardo importantissimo, sono fiero ed onorato di giocare in una piazza importante come Pescara», le parole del terzino che in carriera è stato anche nei settori giovanili di Roma e Fiorentina prima di fare tanta gavetta. «Non mi aspettavo di essere titolare col Pordenone, ma quando arrivo in una squadra nuova cerco sempre di dare il massimo e farmi trovare pronto. Ringrazio il mister e lo staff per questa opportunità. Il ruolo? Mi adatto alle esigenze dell’allenatore, dove mi metteranno cercherò di fare il meglio possibile per dare una mano alla squadra»

Il terzino Edorado Masciangelo