Connect with us

Calcio

La Selva, intervento ok. “Non vedo l’ora di ricominciare. Di Gennaro? Un maestro”

Published

on

L’attaccante del Lanciano, che ha subito un’operazione al setto nasale, riflette sull’annata dei record del Lanciano. E non vede l’ora di tornare in campo

Andrea La Selva è stato uno degli elementi che ha contribuito, in modo tangibile, al raggiungimento dei tre obiettivi stagionali del Lanciano.

Ergo: campionato chiuso con oltre un mese d’anticipo, conquista della Coppa Italia con una squadra in piena emergenza (out Petrone, Sardella, Verna), conquista della Supercoppa contro una squadra promossa in Eccellenza (Angizia Luco).

L’attaccante esterno del Lanciano aveva programmato, già da tempo, un’operazione al setto nasale (turbine e adenoide) al termine del torneo.

Probabilmente nemmeno lui poteva immaginare che il Lanciano avesse così tanto da fare tra fine aprile e inizi di maggio.

Sta di fatto che Andrea La Selva è stato già operato e l’intervento è perfettamente riuscito.

A breve inizierà, per lui, la fase di riabilitazione per farsi trovare prontissimo per luglio.

Lui, salvo clamorose offerte alle quali non potrà proprio dire di no, vestirà la casacca del Lanciano anche in Eccellenza.

Andrea, ancora un po’ stordito per l’intervento chirurgico, si concede alle domande di Vasport.

All’inizio di quest’anno quando sono arrivato a Lanciano ho trovato un’accoglienza super da parte del pubblico, della società dei miei compagni di squadra – ha commentato l’esterno d’attacco – che mi hanno messo subito a mio agio e mi hanno permesso di esprimermi al meglio”.

Il selfie di Andrea La Selva dopo la conquista della Coppa Italia contro il San Gregorio il 25 aprile a Silvi Marina

Un segno tangibile della positività del primo anno col Lanciano per La Selva sono i gol messi a segno:Dal punto di vista realizzativo – ha ammesso – non avevo mai fatto così tanti goal senza rigori. Devo ringraziare in particolare un attaccante che, quest’anno, mi ha insegnato un sacco di cose, cioè il nostro capitano Francesco Di Gennaro. Da lui ho carpito i movimenti in campo con e senza palla, ho ascoltato i suoi consigli e mi sento di ringraziarlo in modo particolare perché è grazie a lui che sono cresciuto molto”.

Sul triplete rossonero, La Selva non nasconde la felicità: “Il nostro obiettivo principale era il campionato, ma qui tutti abbiamo fame e non ci siamo accontentati. Infatti, grazie a questo gruppo fantastico – ha aggiunto l’attaccante ex Francavilla e Chietiabbiamo conquistato anche la Coppa Mancini e la Coppa Italia. Io penso – ha sentenziato La Selva – che quando si verificano tutte queste positività all’interno di una società, il merito non è solo dei giocatori, ma del presidente, dello staff medico, dello staff tattico, del magazziniere. Cioè di tutti, ma proprio tutti. Ognuno di noi – ha concluso l’attaccante del Lanciano – ha messo quel qualcosa in più per arrivare in alto e vincere”.

L’unico rammarico dell’annata da incorniciare per Andrea La Selva si chiama infortunio a fine marzo prima della sfida col Piazzano: “Il mio rammarico è che ho dovuto saltare l’ultimo mese e mezzo per infortunio, ma – promette Andrea La Selva – mi rifarò presto”.

In bocca al lupo dal team di Vasport per un pronto ritorno in campo!

Alessio Giancristofaro – alessio.giancristofaro@vasport.it