Connect with us

Calcio

La Vastese non si ferma più: battuto il Tolentino

Published

on

Diarra, Mamona e Lenoci regalano il quinto risultato utile consecutivo. Decisivo l’errore dal dischetto dell’ex Padovani. Domenica trasferta in casa del Porto Sant’Elpidio ultimo in classifica

Bisognava vincere. Magari evitando la sofferenza dopo essere andati avanti di due gol ma poco importa, al triplice fischio i tre punti li ha conquistati la Vastese. Battendo, nella 15° giornata del girone F di Serie D, 3 a 1 il Tolentino grazie alle reti del ’99 Diarra, il diciottenne Mamona e il jolly Lenoci. Tre gol nel secondo tempo che fanno rima con quinto risultato utile consecutivo e seconda vittoria di fila all’Aragona, numeri che cementificano l’ottimo lavoro di mister D’Adderio, la squadra ha un’identità e lo ha fatto vedere anche nel primo tempo quando è stata frenata dai legni colpiti da De Angelis e Franzese

La partita – L’allenatore D’Adderio, almeno inizialmente, cambia ancora modulo dando spazio a un 4312 con Martinez chiamato a galleggiare alle spalle di Mamona e Franzese, per quest’ultimo prima da titolare in maglia biancorossa. In panchina si rivede Martiniello, non c’è l’infortunato Sorgente, anche Meola non sta bene e va in tribuna. Nelle rotazioni tra gli under fuori dai panchinari Valerio e Gentile, si rivede Cardinale. Vertice basso Diarra, come mezzali De Angelis e Di Prisco. Davanti al portiere Di Rienzo il blocco difensivo non cambia: da destra a sinistra spazio a Barbarossa, Altobelli, Di Filippo e Diallo. Nel 352 di mister Mosconi c’è Padovani (ex di turno senza mai esordire in maglia biancorossa) affiancato da Severini. A centrocampo c’è l’ex di turno Pagliari, al suo fianco Ruci e Tortelli, sulle corsie laterali capitan Ruggeri e Laborie. Tra i pali tocca a Dupuis, terzetto difensivo con Zraneon, Bonacchi e Strano.

Il primo squillo è del Tolentino, in area prova una girata spettacolare Severini, palla a lato di poco. Ritmi bassi, poco da raccontare fino al venticinquesimo quando risponde presente anche la Vastese ma dal limite la conclusione di De Angelis si stampa sul palo. I biancorossi crescono ma si fermano ancora al palo, assist al bacio di Martinez per la testa di Franzese ma è di nuovo il legno a salvare l’estremo marchigiano. Un paio di punizione da dimenticare per i vastesi, poi D’Adderio perde per infortunio (problema muscolare) Altobelli, al suo posto esordio assoluto per il ventisettenne Capitanio.

Nella prima parte della ripresa nulla da raccontare, poi scollinata l’ora di gioco il match si accende. Azione splendida della Vastese, sulla sinistra Franzese lavora un bel pallone, assist per Di Prisco che serve l’accorrente Diarra, tiro non perfetto ma vincente, i biancorossi sono avanti. Meno di due minuti e i vastesi calano il bis, in contropiede Mamona serve Di Prisco, conclusione non irresistibile ma la sfera rimane dalle sue parti, sguardo al centro e cioccolatino per la testa di Mamona che trova il primo gol vastese. L’uno due però non abbatte il Tolentino che rientra subito in partita, dalla sinistra Ruggeri serve a centro area Tortelli che tutto solo batte Di Rienzo.

Partita riaperta e biancorossi che incassano gol per l’undicesima giornata consecutiva. I cremisi sfiorano anche il pari ma dall’altra parte c’è Di Prisco che dopo il doppio assist sfiora il gol ma la sfera, di poco, sorvola l’incrocio. Match giocato a viso aperto, Severini penetra in area e viene steso da Diallo, la Bianchini di Terni non ha dubbi e indica il dischetto. Dagli undici metri l’ex Padovani spiazza Di Rienzo ma la sfera colpisce il palo, i biancorossi sono ancora in vantaggio. Mosconi si gioca il tutto per tutto e appesantisce l’attacco con l’ultimo arrivato Minella. In campo aperto i vastesi sprecano un paio di potenziali occasioni mentre gli ospiti continuano a credere nel pari.

Senza trovarlo, al quarto minuto di recupero i biancorossi in campo aperto chiudono i giochi, terzo assist di giornata per Di Prisco (migliore in campo) e perfetta la conclusione, con un lob da lunga distanza, di Lenoci dalla lunga distanza, 3 a 1 il finale. Giusto far festa, tre punti in cassaforte, sono 9 nelle ultime 5 giornate dove non si è mai conosciuta la parola sconfitta. La classifica dice quota 18, i biancorossi sono stanchi ma più vivi che mai e domenica, in casa del Porto Sant’Elpidio ultimo in classifica, vorranno chiudere il tour de force con un’altra vittoria per certificare la definitiva rinascita.

VASTESE – TOLENTINO: 3 – 1

Reti: 17’st Diarra (V), 19’st Mamona (V), 21’st Tortelli (T), 49’st Lenoci (V)

VASTESE: Di Rienzo, Di Filippo, Altobelli (44’pt Capitanio), Barbarossa, De Angelis (35’st Lenoci), Diallo, Di Prisco, Diarra, Franzese (32’st Obodo), Martinez (42’st Martiniello), Mamona. A disposizione: Boccanera, Cardinale, Solimeno, Ferramosca, Bernardi, Martiniello. All.: D’Adderio

TOLENTINO: Dupuis, Zrankeaon, Ruggeri, Bonacchi (42’st Niane), Pagliari (37’st Rozzi), Strano, Tortelli (32’st Capezzani), Ruci (32’st Minella), Padovani, Severini, Laborie . A disposizione: Governali, Labriola, Stefoni, Eleonori, Lepri.  All.: Mosconi

Arbitro: Ilaria Bianchini di Terni (Di Bartolomeo di Campobasso e Messina di Cassino)

Note: match disputato a porte chiuse; al 29’st Padovani (T) fallisce un calcio di rigore; Ammoniti: Di Filippo (V), De Angelis (V); Recupero: 2’ e 4’.

Antonio Del Borrello – antoniodelborrello@vasport.it