Connect with us

Calcio

La Vastese si è persa: all’Aragona passa il San Nicolò

Published

on

A pesare sulla prestazione biancorossa il rosso diretto a Iarocci dopo cinque minuti di gioco. Fanno festa gli ex Bagaglini e Montani. Inutili i due gol nel finale. Domenica trasferta in casa del Monticelli

KODAK Digital Still Camera

Notte fonda all’Aragona, un rosso diretto(contestato dai biancorossi) dopo cinque minuti e per la Vastese è stata un’altra domenica da dimenticare. La quinta del girone di ritorno dove finora è arrivata una sola vittoria, il resto sono sconfitte come le ultime tre consecutive, il peggior filotto negativo della stagione. Nella sesta giornata di ritorno a far festa a Vasto è stato il San Nicolò degli ex, Matteo Bagaglini in campo e Fabio Montani, oggi allenatore dei teramani con un trascorso da giocatore in biancorosso. Il rigore di Giampaolo al pronti via ha segnato il cammino, sotto di un gol e di un uomo per la Vastese è diventato tutto più difficile e nel secondo tempo Moretti ha firmato l’uno due mortifero.

La partita – Con Viscardi infortunato e Maronilli squalificato l’allenatore Gianluca Colavitto torna al quartetto difensivo schierando, davanti all’estremo Camerlengo, al centro Iarocci con Amelio insieme agli esterni Cane e Casciani, quest’ultimo preferito a De Chiara per la terza domenica di fila. Nel cuore del gioco spazio al primo ex di giornata, Stivaletta con Pizzutelli e De Feo al rientro dopo la squalifica. Come bomber Leonetti, esterno sulla sinistra con Fiore sull’altro e il secondo ex di giornata Tedesco al centro dell’attacco. Dall’altra parte stringe i denti il terzo ex di giornata Bagaglini piazzato al centro della difesa teramana dopo una prima parte di stagione trascorsa a Vasto. Per scelta tecnica Tiboni siede in panchina anche Chiacchiarelli ma quest’ultimo non al meglio. In porta c’è il ’98 Cannella, oltre Bagaglini spazio a De Santis con i terzini Ndiaye e Mozzoni. Petronio, Kala e Bontà formano il terzetto di centrocampo mentre in avanti c’è Moretti affiancato da Giampaolo e Liguori. Curiosità, nel match d’andata Bagaglini marcava sempre Tedesco ma a maglie invertite con l’attaccante pugliese autore del gol del vantaggio prima della rimonta vastese. Anche oggi per la Vastese l’inizio è da incubo, Giampaolo scatta sul filo, in velocità supera Iarocci che prova a fermarlo tirandolo per la maglia, l’attaccante teramano va a terra, sembrerebbe al limite ma il fischietto veneto indica prima il dischetto e poi estrae il rosso nei confronti dell’under biancorosso. Quarto cartellino rosso nelle ultime sei giornate nei confronti di un difensore fuoriquota vastese dopo quelli toccati a Iodice, De Chiara e Maronilli. Dagli undici metri va lo stesso Giampaolo che spiazza Camerlengo e per la Vastese è un’altra domenica in salita. Sotto di un uomo i biancorossi provano a reagire ma la difesa ospite è un muro, capitan Fiore ci prova da distanza siderale con una conclusione lenta e centrale. Dall’altra parte il San Nicolò sugli sviluppi di un corner colpisce una traversa con De Santis e qualche minuto Liguori in area viene ammonito per simulazione. Anche il secondo tempo si apre con il San Nicolò in attacco, Giampaolo non inquadra la porta ma prima dell’ora di gioco i teramani servono il bis.

Bontà scende sulla destra e offre un pallone al bacio per Moretti che tutto solo a centro area batte ancora Camerlengo. C’è anche Bittaye in campo per la Vastese ma il San Nicolò quando attacca fa malissimo e Moretti in campo aperto batte ancora l’incolpevole estremo vastese. Con la sconfitta impossibile da cancellare Leonetti prova ad aggiungere un altro gol al suo bottino ma Cannella respinge con un grande intervento. I teramani allentano i ritmi e la Vastese trova il gol che riaccende la speranza, sul colpo di testa ravvicinato di Leonetti viene fermato da un altro miracolo dell’estremo ospite che nulla può su Bittaye reattivo da due passi nel depositare in rete. Poi ci prova su punizione dal limite Fiore ma Cannella gli dice di no. A tempo scaduto arriva anche il secondo gol vastese firmato da De Feo bravo ad anticipare tutti sul primo palo di testa ma ormai non c’è più tempo per provare l’ultimo assalto.

Un 2018 che non ne vuole sapere di decollare, la terza sconfitta consecutiva certifica il momento buio dei biancorossi, tantissimi gol subiti, troppe espulsioni e alle spalle ora la sesta in classifica è lontana appena tre punti, da oggi anche i playoff sono a rischio. La svolta non arriva e domenica in casa del San Nicolò ci sarà da affrontare un’altra battaglia, la Vastese dovrà ritrovarsi il più presto possibile altrimenti sarà un girone di ritorno da dimenticare.

VASTESE – SAN NICOLÒ: 2-3

Reti: 7’pt Giampaolo su rigore(S), 12’ e 18’st Moretti(S), 40’st Bittaye(V), 49’st De Feo(V)

VASTESE: Camerlengo, Cane, Casciani, De Feo, Amelio, Iarocci, Stivaletta(43′ Di Pietro), Pizzutelli(35’st Lucciarini), Leonetti, Fiore, Tedesco(10’st Bittaye). A disposizione: Alonzi, Iodice, De Chiara, La Barba, Alberico, Cherillo. All. Colavitto

SAN NICOLÒ: Cannella, Ndiaye, Mozzoni, Petronio, Bagaglini(39′ Di Benedetto), De Santis, Liguori, Kala, Bontà, Moretti, Giampaolo(35’st Massetti). A disposizione: Di Berardino, Balzano, Fabriani, Paolillo, Chiacchiarelli, De Carolis, Tiboni. All. Montani

Arbitro: Alessandro Munerati di Rovigo (Maiorino di Nocera Inferiore e Nardi di Taranto)

Spettatori: 800; Ammoniti: De Feo(V), Liguori, Moretti(S); Espulso: 5’st Iarocci per fallo da ultimo uomo; Recupero: 0’ e 4′.

[Galleries 168 not found]

Antonio Del Borrello – antoniodelborrello@vasport.it