Connect with us

Calcio

“Lasciateci lavorare, vogliamo tornare tra i professionisti”. Da Brescia a Barkley, non mancano i colpi di scena

Published

on

Conferenza stampa con momenti accesi. Sguerzo tiene banco.

Conferenza stampa del Lanciano.

Ore 18, sala stampa del “Guido Biondi”.

Giornalisti e anche tifosi presenti.

Dall’altra parte del tavolo ci sono la presidentessa Cristina Chiaretti, il vice Claudio Alluni e il nuovo direttore generale Fabio Sguerzo.

Sarà proprio Sguerzo a tenere banco e a riequilibrare una conferenza stampa che, in diversi momenti, ha preso pieghe poco ortodosse.

Avremo voluto chiedere qualche delucidazione proprio al nuovo direttore in merito alle sue dichiarazioni a latere della conferenza stampa, ma purtroppo preferisce concedere altre interviste e rimandare ad un altro momento questo confronto.

Siamo convinti che dedicare 5 minuti in più per la prima uscita ufficiale di presentazione sarebbero stati non solo opportuni ma anche doverosi.

Così, purtroppo, non è stato.

I punti trattati nella conferenza stampa sono vari.

Vediamoli per argomenti, sintetizzando il sintetizzabile.

SETTORE GIOVANILE

Sguerzo è uomo esperto.

Sa come moderare.

È l’unico del tavolo societario che non alza mai la voce.

È lui che tocca i tasti che vuole toccare.

È lui che glissa quando c’è da glissare e sottolineare qualche aspetto quando c’è da mettere in evidenza qualcosa.

Ricostruire il settore giovanile è un nostro obiettivo – dice – ogni nuovo inizio ha origine dalla base. Noi vogliamo ripartire dal settore giovanile – spiega – e stiamo cercando accordi e collaborazioni ma questo, evidentemente, a qualcuno non piace“.

SGUERZO DIXIT: “VOGLIAMO TORNARE AL PROFESSIONISMO, LASCIATECI LAVORARE”

Noi – gioca subito la carta ad effetto Sguerzo – vogliamo tornare tra i professionisti. Lo vogliamo fare in un tempo congruo. Ma ci dovete lasciare lavorare. Tanti giocatori sono stati pagati, noi siamo qui per fare calcio e questi sono i bonifici e le querele“.

Poi lancia un messaggio più o meno sibillino: “C’è gente che ci attacca – prosegue il direttore Sguerzo – c’è chi sta cercando di farsi campagna elettorale“.

Mai nominato né da Sguerzo né dagli altri membri della dirigenza, ma potrebbe essere l’imprenditore e procuratore Donato Di Campli colui che – secondo il neo direttore rossonero – starebbe cercando di farsi campagna elettorale.

Il nome di Di Campli, infatti, orbita nel mondo della politica locale in qualità di papabile candidato sindaco con la Lega di Matteo Salvini.

Supposizioni, lo ribadiamo, indizi che potrebbero ricondurre a Di Campli, ma nulla di concreto.

PETRINI SVINCOLATO

Poi il capitolo sui calciatori.

Ad affrontarlo con più particolari è Claudio Alluni.

Svincolato anche il difensore Christopher Petrini, anche Di Carlo non rientra più nei piani tecnici di mister Giuseppe Di Pasquale.

LA PUNTA TRANSALPINA

Sugli innesti in rosa è Claudio Alluni a spiegare la situazione che sottolinea la necessità di conoscere i prossimi provvedimenti del governo, in particolare del ministro allo Sport Spadafora per la ripresa dei campionati.

Abbiamo individuato una punta francese, Barkley, che sarà pronta tra un paio di mesi. Ma anche due difensori, un centrocampista e un altro attaccante”.

“OGGI AVEVO DECISO DI LASCIARE”

Oggi avevo deciso di lasciare – confessa Claudio Alluni – poi mi hanno fatto riflettere“.

I COMMERCIALISTI BRESCIANI

E lo stesso vice presidente Claudio Alluni ad annunciare che la società rossonera si è allargata.

Registriamo un nuovo ingresso nell’ Asd Lanciano da parte di una società di commercialisti di Brescia che ci darà una mano economica e operativa. Abbiamo inserito in società tante capacità“.

Top secret, però, al momento il nome del nuovo gruppo che sarebbe entrato nell’Asd Lanciano Calcio.

USSI E SGA

Il nostro comunicato non era né minaccioso né altro. Non voleva essere un attacco alla stampa e ai giornalisti” spiega Claudio Alluni.

LA DIRETTA SU FACEBOOK E L’IRA DELL’EX MISTER ODDI

La conferenza stampa è stata trasmessa in diretta sulla pagina Facebook del Lanciano Calcio 1920.

Tra i commenti durante la diretta spuntano quelli di mister Giancarlo Oddi e dell’ex calciatore Antonio Illiano. Riportiamo gli screenshot dei loro interventi.

BOTTA E RISPOSTA CON ALFONSO ABATE

Non mancano i colpi di scena.

In conferenza stampa c’è anche Alfonso Abate, ex magazziniere che ha affidato ad un post su Facebook le sue motivazioni nel lasciare il Lanciano Calcio.

Scintille tra l’ex magazziniere e la presidentessa Cristina Chiaretti.

Ma fortunatamente tutto va a scemare.

TUTTI DA DAVIDE CAPORALE

Domani mattina Claudio Alluni incontrerà l’assessore allo Sport Davide Caporale.

Domani alle 11 ci ha convocati l’assessore, è lui che ci ha chiamati e noi andremo al comune”.

Alessio Giancristofaro