Connect with us

Calcio

L’ex Maisto fa male al Vasto Marina: all’Aragona passa L’Aquila

Published

on

La corazzata rossoblù sfrutta la giocata del capitano a inizio ripresa. Mercoledì per i vastesi match di Coppa a Lanciano

Tanta pioggia sull’Aragona, la Bacigalupo Vasto Marina ha tenuto testa a una delle corazzate dell’Eccellenza ma da Vasto L’Aquila è comunque riuscita ad uscire con l’intera posta in palio. Nella seconda giornata del massimo campionato regionale i rossoblù hanno sfruttato il gol a inizio ripresa dell’ex di turno Pasquale Maisto decisivo per la seconda vittoria consecutiva.

La partita – Senza Pollutri e Troilo mister Cesario conferma il 433 arretrando Triglione al centro della difesa, al suo fianco c’è D’Adamo, sulle corsie Longo e il jolly Di Gennaro. Capitan Galiè guida la mediana insieme a Marino e Di Pietro. L’attacco ha Salerno al centro con il supporto dai baby Di Ghionno e Fitti. In casa aquilana assenti i 2000 Beccaceci e Collevecchio ma il tecnico Cappellacci può contare su un organico di assoluto spessore. Catalli parte dalla panchina, in mediana c’è Bisegna insieme a Steri e Lenart. Nel 433 il tridente offensivo è composto da capitan Maisto (ex di turno, con la Marina nel 2013/2014), Miccichè inizialmente parte centravanti con Di Paolo sulla sinistra. Davanti al portiere Domingo tocca ad Altares e Venneri affiancati dai terzini Lenoci e Moscianese.

Obiettivi di classifica diametralmente opposti ma in campo i vastesi reggono l’urto e rispondono colpo su colpo. Sugli sviluppi di una palla inattiva Di Paolo incorna ma la sfera termina a lato di poco. Rispondono i padroni di casa, diagonale violento di Di Pietro parato in due tempi da Domingo. Sull’Aragona la pioggia scende copiosa, terreno di gioco pesante, L’Aquila sblocca il match con Miccichè ben appostato sul secondo palo ma l’assistente alza la bandierina, rete annullata. Nel finale di tempo ci provano ancora gli aquilani ma questa volta a dire di no a Di Paolo ci pensa Marconato, vola e blinda la sua porta.

A inizio ripresa L’Aquila fa capire di voler cambiare registro, un paio di conclusione da fuori, poi è vincente quella dell’ex di turno Pasquale Maisto, sinistro violento dal limite di prima intenzione, Marconato questa volta non può nulla. Miccichè prova a chiuderla definitivamente ma il numero uno vastese è sempre attento. I padroni di casa ci provano fino alla fine con Salerno ma nel finale tocca ancora a L’Aquila con Di Sante fermato da Marconato e palo.

Lo 0 a 1 premia L’Aquila che vola a quota 6, la Bacigalupo Vasto Marina resta ferma a 0 dopo aver affrontato due corazzate. Mercoledì si torna di nuovo in campo, a Lanciano la Bacigalupo Marina cercherà il pass per il secondo turno, poi sabato terza giornata di campionato: nell’anticipo sfida contro un’altra corazzata, il Chieti, sul neutro di Ortona ci vorrà l’impresa.

BACIGALUPO VASTO MARINA – L’AQUILA: 0 – 1

Reti: 9’st Maisto

B. VASTO MARINA: Marconato, Longo (43’st Balbuena), Di Gennaro, D’Adamo, Marino, Triglione, Di Ghionno (28’st Petrella), Galiè, Salerno, Di Pietro (37’st Torres), Fitti (16’st Lupo). A disposizione: Gaeta, Lanfranchi, Santone, Damizia, Turdò. All.: Cesario

L’AQUILA: Domingo, Lenoci, Mascianese, Steri (10’st Catalli), Altares, Venneri, Miccichè (39’st Rosano), Lenart (10’st Di Norcia), Di Paolo, Bisegna (39’st Ricci), Maisto (28’st Di Sante). A disposizione: Chicarella, Brattelli, Rampini. All.: Cappellacci

Arbitro: Matteo Giudice di Frosinone (Mongelli di Chieti e Terrenzi di Pescara)

Ammoniti: Lenart (A)

Antonio Del Borrello – antoniodelborrello@vasport.it