Connect with us

Calcio

L’ex Soddimo beffa il Pescara allo scadere: il Pisa vince 2-1

Published

on

I biancazzurri, in dieci, riacciuffano i toscani nello scorcio finale della partita, ma al 50′ st arriva la rete-condanna

Beffato allo scadere il Pescara. I biancazzurri perdono 2-1 a Pisa, con la rete decisiva a favore dei toscani messa a segno dall’ex Danilo Soddimo a poco dalla conclusione della partita, momentaneamente riacciuffata poco prima sull’1-1 da un eurogol di Clemenza.

La partita. Contro i nerazzurri allenati dal pescarese Luca D’Angelo, mister Legrottaglie, a caccia di conferme dopo la brillante ripartenza con la Juve Stabia, cambia modulo e qualche interprete nel suo scacchiere iniziale rispetto alla sfida coi campani di sabato scorso all’Adriatico. Indisponibile Balzano, torna la linea a tre in difesa con Bettella, Drudi ed il rientrante Scognamiglio; Zappa e Crecco sono gli esterni nei quattro di centrocampo, con Busellato e Kastanos in mezzo, mentre Memushaj è libero di svariare alle spalle del tandem d’attacco riconfermato Galano-Pucciarelli.

La prima occasione è dei biancazzurri, in terra toscana in maglia gialla: al 13′ cross di Memushaj e colpo di testa di Scognamiglio che termina di poco fuori. Al 16′, al primo vero affondo, i padroni di casa sbloccano il punteggio: è Belli, ben appostato sul secondo pallo, a raccogliere un buon pallone ed a spedirlo, con una precisa inzuccata, in porta. Provano a reagire i ragazzi di Legrottaglie, ma il Pisa chiude ogni varco e non va mai in sofferenza. Ad inizio ripresa dentro Masciangelo per Crecco e squadra che si sistema in campo con il 4-4-2. Episodio chiave al quarto d’ora: Bettella, già ammonito nel primo tempo, si becca un secondo giallo e viene espulso. Legrottaglie ridisegna lo schieramento dei suoi, inserendo Clemenza e Melegoni per Kastanos e Pucciarelli. Passano i minuti, l’1-0 resiste ed il Pisa, senza patimenti, sembra poter riuscire a condurre tranquillamente in porto l’importante successo. Il finale è incandescente: prima Clemenza, al 44′, sigla l’1-1 con una giocata di gran classe (sinistro a girare che s’infila all’incrocio). Il punto sembra in cascina, ma l’ex Soddimo si traveste da ‘match winner’ e, all’ultimo minuto – il cronometro segna il 50′ – regala la gioia ai suoi ed un grosso dispiacere a Fiorillo & C. Protestano i pescaresi per la posizione irregolare di un giocatore toscano, ma l’arbitro lascia correre. Finisce 2-1.

Il Pescara resta a quota 38 in classifica e lunedì sera con l’Empoli all’Adriatico è chiamato a rialzare immediatamente la testa.

Pisa-Pescara 2-1

Rete: 15′ Belli, 44′ st Clemenza, 50′ st Soddimo

Pisa (3-5-2): Gori; Caracciolo, Belli, Benedetti; Birindelli (31′ st Pisano), Marin, Siega (20′ st Vido), Gucher, Lisi (38′ st Pinato); Marconi (38′ st Soddimo), Masucci (20′ st De Vitis). A disposizione: Perilli, Moscardelli, Minesso, Meroni, Ingrosso, Fabbro, Varnier. Allenatore: D’Angelo

Pescara (3-4-1-2): Fiorillo; Bettella, Drudi, Scognamiglio; Zappa, Busellato, Kastanos (17′ st Melegoni), Crecco (1′ st Masciangelo); Memushaj (33′ st Maniero); Galano, Pucciarelli (17′ st Clemenza). A disposizione: Alastra, Manè, Elizalde, Del Grosso, Palmiero, Borrelli, Bojinov, Pavone. Allenatore: Legrottaglie

Arbitro: Minelli di Varese

Redazione Vasport – redazione@vasport.it