Connect with us

Calcio a 5

Lorenzo Marino: “Futsal Vasto? Ambiente stupendo. Emoziona unica all’esordio con i grandi”

Published

on

Il 2003 vastese ha già raccolto presenze in C1 oltre a essere presenza fissa in under 19. Ha conosciuto il calcio a 5 quattro anni fa

In campo da pochi anni ma i suoi passi in avanti sono stati notevoli. Tanto da togliersi già lo sfizio di esordire in prima squadra pur essendo un classe 2003. Lorenzo Marino è uno di quei giovani di valore, il Futsal Vasto se li coccola e non ha paura di lanciarli nei grandi nel campionato abruzzese di Serie C.

Ormai da un mese e mezzo tutto è fermo, i campionati giovanili già si sa, non riprenderanno più e resta da capire se il percorso sarà lo stesso anche per le prime squadre. Si pensa a quello che è stato fino alla fine di febbraio con i vastesi impegnati su più fronti tra grandi e categorie under. Tra questi una delle note liete si chiama Lorenzo Marino, centrale vastese classe 2003 arrivato in biancorosso due stagioni fa e quest’anno premiato anche con l’esordio in prima squadra oltre ad essere presenza fissa nell’under 19 nazionale.

Lorenzo Marino, le attività giovanili non riprenderanno più, quanto dispiace aver dovuto salutare la stagione con tutti questi mesi di anticipo? “Un vero peccato dover lasciare allenamenti, compagni e partite vere già a fine febbraio. Manca l’aria pulita che si respirava in campo, è un’assenza che pesa parecchio”.

Nel mondo futsal ormai da quattro anni, nel 2016 cosa ti ha spinto a scegliere questo sport? “Inizialmente giocavo con gli amici, del calcio a 5 non ne ero proprio a conoscenza. Una volta entrato a far parte di questo mondo mi ha subito appassionato, un’avventura che mi affascina ogni giorno sempre di più”.

Con il Futsal Vasto da due stagioni, che ambiente si respira? “Positivo e molto accogliente. Dai primissimi giorni mi hanno fatto sentire parte della loro famiglia diventata poi anche la mia. Sempre andato d’accordo con mister e compagni, una realtà stupenda”.

In questa stagione com’è stato il confronto con il campionato nazionale under 19? “Un livello molto alto e stimolo costante per tutta la nostra squadra. Non capita tutti i giorni di partecipare a un campionato giovanile nazionale, per tutti noi è stata una bellissima esperienza poterci confrontare con squadre di A, A2 e B”.

Per te esordio anche in prima squadra, quel giorno tanta emozione o l’hai vissuta con tranquillità? “Non pensavo di esordire ma già durante il riscaldamento ero emozionatissimo. Quando mister Rossi si è rivolto a me dicendomi “preparati ad entrare” mi sono tranquillizzato, in campo sono centrato concentrato dando tutto me stesso. Emozione unica e indimenticabile”.

Cosa ti stanno insegnando i mister Giacomucci e Rossi in questa stagione? “Tutto. Impagabili dal punto di vista umano e preziosi sotto l’aspetto del futsal, grazie a loro sono migliorato tantissimo. Fase difensiva e offensiva, movimenti, finte, posizioni, spazi da attaccare e molto altro”.

Eri anche con la Rappresentativa Allievi dell’Abruzzo, sarebbe stata una bella vetrina la partecipazione? “Parteciparci di nuovo sarebbe stata ancora una volta un’esperienza indimenticabile sotto tanti punti di vista. Anche se per pochi giorni si creare un bellissimo rapporto con i compagni, rappresentare l’Abruzzo mi rende orgoglioso, peccato che quest’anno non potremo scendere in campo”.

Se tutto andrà bene rivedrete il campo tra quattro/cinque mesi, sarà tutto come prima? “Difficile oggi pensare a quello che potrà essere pensando ai prossimi mesi. La speranza è che tutto torni come prima, non sarà però facile. Ci tocca stare ancora a casa per altre settimane, poi speriamo di poter pian piano di avvicinarci alla normalità, non vedo l’ora di tornare in campo per faticare e scherzare con tutti i miei compagni”.

Antonio Del Borrello – antoniodelborrello@vasport.it