Connect with us

Calcio

Il Festival del gol premia il Delfino: Pescara – Pordenone 4-2

Published

on

Seconda giornata di campionato in serie B, 5 gol all’Adriatico

Girandola di gol ed emozioni allo stadio Adriatico-Cornacchia per la seconda giornata di campionato. Vince il Pescara 4-2, che passa subito in vantaggio con un rigore di Galano e poi subisce la rimonta del Pordenone, che chiude il primo tempo avanti per 2-1 grazie alla rete di Gavazzi e ad un penalty, il secondo di giornata, firmato da Chiaretti. Nella ripresa, però, il Pescara, trascinato da Di Grazia e Galano, ribalta di nuovo la situazione. Galano, prima doppietta in biancazzurro per lui, sigla il pari e poi Tumminello firma il contro-sorpasso decisivo. In pieno recupero Palmiero confeziona il poker biancazzurro Tre punti d’oro per il Pescara che riscatta così la sconfitta all’esordio in quel di Salerno

LA CRONACA

Primo tempo

Partiti! Calcio d’inizio affidato ai padroni di casa

2′ CALCIO DI RIGORE PER IL PESCARA – Transizione veloce di Di Grazia per vie centrali, verticalizzazione per Galano che viene messo giù da Barison, per l’arbitro Ayroldi non c’è dubbio, è rigore.

3′ GOL PESCARA – Dal dischetto lo stesso Galano è perfetto nell’escuzione e porta in vantaggio i biancazzurri

7′ Calcio piazzato di Machin da zona centrale (almeno 35 i metri di distanza dalla porta difesa da Bindi), palla abbondantemente alta sopra la traversa

8 ‘ Pescara padrone del campo nei primi 480 secondi di gioco, agevolato senza dubbio dal vantaggio immediato. Il Pordenone, colpito a freddo, fatica a riorganizzarsi e ad orchestrare una convinta reazione.

11′ PAREGGIO PORDENONE – Alla prima vera occasione, i Ramarri riequilibrano le sorti del match. Pobega dalla destra ha gioco facile su Balzano e mette al centro un pallone invitante che trova Gavazzi, perfetto nel taglio, per l’impatto vincente. Fiorillo non ha scampo.

15′ L’ex Chiaretti si produce in una sforbiciata da centro area di rigore, spettacolare ma imprecisa. La palla termina sul fondo

16′ Machin ci prova da fuori, la conclusione è velleitaria e non inquadra lo specchio della porta.

17′ Sul ribaltamento di fronte Pobega, doppietta all’esordio contro il Frosinone e fresco di convocazione in Under 20, ci prova dalla lunga distanza ma invano.

19′ L’ex Lanciano Alberto Almici ci prova di controbalzo da posizione defilata a destra, la sfera termina di poco alta sopra la traversa con Fiorillo che controlla la traiettoria senza intervenire

22′ Dopo l’avvio choc, il Pordenone con il trascorrere dei minuti acquista sicurezza e fiducia e con la sua organizzazione ed il suo ordine mette in difficoltà i padroni di casa, che vivono più di fiammate che non di azioni orchestrate

23′ Pobega continua a seminare il panico sull’out sinistro, cercando spesso il cambio di gioco per Gavazzi. Sull’ennesima trama di questo tipo, l’autore del pari si produce tuttavia in una concclusione sblilenca che testimonia comunque il predominio territoriale dei neroverdi nella fase centrale del primo tempo

27′ Sempre dalla corsia di sinistra prova ad inventare la squadra di Zauri, ma l’undici di Tesser non regala varchi, dopo la topica iniziale che ha prodotto il rigore realizzato da Galano, e chiude senza patemi

31′ Fase di stanca del primo tempo, nessuna delle due squadre contendenti prende decisamente il comando delle operazioni di un match che va dunque a sprazzi

33′ Balzano calcia in porta da distanza siderale, conclusione da dimenticare per il vice capitano pescarese

37′ Buona trama orchestrata dai biancazzurri a liberare al tiro di Grazia da posizone centrale e dunque interessante, l’intervento di Bassoli produce solo un corner, poi senza esiti

38′ Dagli sviluppi di un secondo calcio d’angolo guadagnato in rapida successione dopo quello precedentemente descritto, in terzo tempo Scognamiglio impatta bene di testa il pallone ma non riesce ad indirizzarlo verso la porta di Bindi

40′ Più Pescraa che non Pordenone in questa fase, ma senza creare eccessivi grattacapi agli ospiti

45′ RIGORE PER IL PORDENONE Chiaretti ricama in area di rigore e calcia a rete, in scivolata Scognamiglio tocca con un braccio e per Ayroldi è giallo al difensore e penalty per gli ospiti

47′ SORPASSO PORDENONE Da dischetto lo stesso Chiaretti calcia in modo angolato, Fiorillo intuisce ma non può intervenire. Esecuzione perfetta e vantaggio dei Ramarri.

47′ Non c’è tempo nemmeno di mettere la palla al centro, si va negli spoglatori con gli ospiti in vantaggio per 2-1

Durante l’intervallo presentata la squadra femminile del Pescara, che disputerà per il secondo anno consecutivo la serie C

Secondo tempo

Ripartiti! Calcio d’inizio affidato ovviamente al Pordenone. Nessuna sostituzione

3′ Inizio di marca biancazzurra, pur senza ghiotte occasioni da annotare

5′ PARI PESCARA – Ancora Galano a bucare la porta ospite, stavolta su azione di gioco. Memushaj imbecca di tacco l’esterno destro che con un tocco da calcetto beffa Bindi sul primo palo. E’ 2-2, il Pescara come nel primo tempo è partito forte!

8′ Conclusione da fuori di Masciangelo, sulla traiettoria c’è Tumminello ma la deviazione del centravanti non si tramuta in gol nonostante il buon impatto sul siluro del terzino ex Juventus Under 23

10′ Pescara padrone del campo, la squadra di Zauri mantiene saldamente il possesso palla

13′ Classica azione di galano, il migliore in campo, che si accentra palla al piede da destra per poi calciare in porta. Ma staviolta la mira è da dimenticare.

14′ Prima sostituzione del match, è per il Pordenone: esce Monachello ed entra Strizzolo. tatticamente non cambia nulla

16′ Si fa vivo per la prima volta nel secondo tempo il Pordenone, con il solito Pobega che sfiora il bersaglio grosso dopo stop di petto e tiro di controbalzo

19′ Reclama un nuovo penalty il Pescara per un tocco di braccio galeotto in area neroverde dagli sviluppi di un corner, ma l’arbitro Ayroldi, ben posizionato, lascia intendere, mimando il gesto, che il tocco è stato di spalla e dunque regolare

21′ Primo cambio anche nel Pescara ed è un avvicendamento tra nuovi arrivati: Kastanos rileva Machin ed avrà i medesimi compiti tattici nella medesima posizione

22′ Ammonito Barison per gioco falloso

23′ E’ sempre l’asse Pobega-Chiaretti a mantenere vive le velleità offensive della squadra di Tesser. Stavolta è il numero 10 a provarci dal limite, con la palla che sorvola di poco la traversa

26′ VANTAGGIO PESCARA! Contropiede portato da Di Grazia sulla fascia sinistra, il folletto si fa 40 metri palla al piede e poi serve al centro Kastanos, tiro-assist del cipriota sporcato proprio sui piedi di Tumminello che non sbaglia il facile tap-in. Tumminello si toglie la maglietta ed è inevitabile l’ammonizione

30′ Assedio Pordenone. Azione confusa di batti e ribatti in area pescarese, ne esce vincente Pobega che con una rasoiata rasoterra sfiora il 3-3

31′ Secondo cambio nel Delfino, esce Tumminello ed entra Brunori

32′ Doppio cambio Pordenone, in Pasa e Candellone ed out Gavazzi e Ciurria

34′ Spinge il Pordenone, più con la forza dei nervi che con la lucidità della ragione. Sull’ennesimo cross da sinistra, con i pugni Fiorillo sbroglia una matassa che poteva diventare intricata

36′ Ultimo cambio per il Pescara: Balzano, vittima di crampi, viene sostituito da Ciofani

38′ L’esperienza della cerniera difensiva di casa, il tandem Campagnaro-Scognamiglio, tiene a galla il Pescara sulla pressione ospite, che si sviluppa in questa fase soprattutto per via centrale

41′ Sgroppata di Ciofani sulla fascia detsra, cross telecomandato per la testa di Brunori e super intervento di Bindi ad evitare che la palla finisca in rete, insaccandosi nell’angolino basso

42′ Ripartenza potenzialmente letale del Pescara orchestrata da Memushaj, palla a Brunori che prova il tiro a giro. Nulla di fatto

44′ Doppia ammonizione, a Chiaretti per un fallo di gioco e a Memushaj per proteste

45′ Sono 6 i minuti di recupero decisi dall’arbitro Ayroldi

47′ Fiorillo salva il risultato su calcio da fuori di Burrai

49′ POKER PESCARA Capolavoro di Palmiero che chiude il match con una giocata da applausi

51′ Finisce qui! Prima vittoria stagionale per il Pescara di Zauri

IL TABELLINO:

PESCARA-PORDENONE 4-2 (1-2)

MARCATORI: 3′ pt su rig. e 5′ st Galano (Pe), 11′ Gavazzi (Pn), 47′ pt su rig Chiaretti (Pn), 26’st Tumminello (Pe), 49’st Palmiero

PESCARA: Fiorillo; Balzano (32’st Ciofani), Scognamiglio, Campagnaro, Masciangelo; Palmiero, Memushaj, Machin (21’st Kastanos); Galano, Tumminello (31’st Brunori), Di Grazia. All. Zauri

PORDENONE: Bindi, Almici, Barison, Bassoli, De Agostini; Burrai, Gavazzi (32’st Pasa), Pobega; Chiaretti; Monachello (14’st Strizzolo), Ciurria (32’st Candellone)  All Tesser

AMMONITI: Scognamiglio, Tumminello, Memushaj (Pe), Barison, Chiaretti (Pn)

ARBITRO: sig. Ayroldi di Molfetta

SPETTATORI: 5.942