Connect with us

Calcio

L’Under 21 a Castel di Sangro, il programma

Published

on

Il battesimo ufficiale del nuovo ciclo sarà in Abruzzo

Sarà l’Abruzzo a tenere a battesimo il nuovo ciclo dell’Under 21. Partirà infatti ufficialmente da Castel di Sangro l’avventura degli Azzurrini, per il nuovo ciclo targato Paolo Nicolato. La rappresentativa tricolore sarà di scena allo stadio Teofilo Patini martedì 10 settembre alle ore 18:30 per il primo match di qualificazione a Euro 2021 contro il Lussemburgo. L’impegno ufficiale in terra d’Abruzzo sarà preceduto in data 6 da un test amichevole contro la Moldavia a Catania (la selezione farà base al centro sportivo Torre del Grifo da domani, con raduno fissato per le ore 23 di questa sera a Fiumicino dopo le gare di campionato).

La scelta di Castel di Sangro ha un alto valore simbolico. Inutile ricordare che il presidente federale Gabriele Gravina fu l’assoluto protagonista del “Miracolo Castello” che portò una cittadina di 5mila abitanti in Serie B, riuscendo oltretutto nel primo anno a salvarsi (i giallorossi sono stati la seconda squadra abruzzese dopo il Pescara a disputare un campionato cadetto). Il legame forte della rappresentativa con l’Abruzzo è sottolineato anche da un altro aspetto: il dirigente accompagnatore della selezione è Vincenzo Marinelli, presidente onorario del Pescara e figura storica del calcio nostrano.

IL PROGRAMMA IN ABRUZZO – Sono in totale 25 gli Azzurrini precettati per il doppio impegno e la truppa arriverà a Castel di Sangro nella mattinata di sabato 7 settembre, dopo volo Catania – Roma Fiumicino delle ore 9, per alloggiare allo Sport Village Hotel & Spa ed allenarsi nel pomeriggio nell’impianto cittadino. Per domenica prevista doppia seduta (ore 10 e ore 17) mentre lunedì l’allenamento di rifinitura alle ore 17:30 sarà aperto al pubblico e alla stampa solo per i primi 15 minuti.

I PRECEDENTI – La squadra azzurra torna a Castel di Sangro per la sesta volta nella sua storia: nei cinque precedenti, l’Under ha collezionato un pareggio e quattro vittorie, l’ultima a novembre 2015 contro la Lituania (2-0). In Abruzzo, però, l’Under 21, è stata anche di recente, in epoca Di Biagio. Nel novembre 2017 la truppa lavorò per una settimana a Città Sant’Angelo per preparare la decisiva sfida con la Russia a Frosinone e disputò allo stadio Adriatico-Cornacchia una sgambata amichevole contro il Pescara, allora guidato da Zdenek Zeman, che vinse per 2-1 (reti di Mancuso e Cappelluzzo a ribaltare il vantaggio iniziale siglato da Vido). In riferimento, invece, alle gare disputate contro il Lussemburgo, la baby Italia vanta dieci vittorie su dieci, con l’ultimo incontro disputato a novembre 2009.

LE CONVOCAZIONI – Il nuovo commissario tecnico Paolo Nicolato, subentrato da qualche settimana al dimissionario Gigi Di Biagio dopo la sfortunata avventura all’Europeo di categoria, ha diramato le convocazioni e non sono mancate le sorprese. Le stelle della truppa sono Moise Kean, appena ceduto dalla Juventus all’Everton, Sandro Tonali del Brescia e Nicolò Zaniolo della Roma, che hanno già assaporato l’aria della Nazionale maggiore, guidata da Roberto Mancini. Sono 12 i volti nuovi: i difensori Bellanova, Bettella, Del Prato, Gabbia, Ranieri, Sala e Tripaldelli e i centrocampisti Carraro, Frattesi, Maggiore e Zanellato. Tra i convocati figurano anche due giocatori del Pescara, il centrale difensivo Davide Bettella e il centravanti Marco Tumminello e l’ex biancazzurro Riccardo Sottil.

Questo l’elenco dei convocati: Portieri: Marco Carnesecchi (Trapani), Mattia Del Favero (Piacenza), Alessandro Plizzari (Livorno); Difensori: Claud Adjapong (Verona), Alessandro Bastoni (Inter), Raoul Bellanova (Bordeaux), Davide Bettella (Pescara), Enrico Del Prato (Livorno), Matteo Gabbia (Milan), Riccardo Marchizza (Spezia), Luca Ranieri (Fiorentina), Marco Sala (Virtus Entella), Alessandro Tripaldelli (Sassuolo); Centrocampisti: Marco Carraro (Perugia), Davide Frattesi (Empoli), Manuel Locatelli (Sassuolo), Giulio Maggiore (Spezia), Sandro Tonali (Brescia), Niccolò Zanellato (Crotone), Nicolò Zaniolo (Roma); Attaccanti: Moise Kean (Everton), Andrea Pinamonti (Genoa), Gianluca Scamacca (Ascoli), Riccardo Sottil (Fiorentina), Marco Tumminello (Pescara).