Connect with us

Calcio

Momento no: la Vastese cade anche a Jesi

Published

on

I marchigiani in casa non vincevano da oltre quattro mesi. Biancorossi ancora terzi in classifica, domenica arriva il San Nicolò

Un’altra partenza da dimenticare e un’altra sconfitta. La quarta nelle ultime cinque giornate, un girone di ritorno iniziato con il piede sbagliato per la Vastese, caduta nel pomeriggio in casa della Jesina. Nella quinta giornata di ritorno del girone F i biancorossi al “Pacifico Carotti” di Jesina sono inciampati nel secondo kappaò di fila in terra molisana, le assenze hanno pesato ma l’inizio soft ha consentito ai marchigiani di confezionare il 2 a 0 con Magnanelli e Zannini una vittoria interna che da quelle parti mancava da oltre quattro mesi.

Vastesi scesi in campo privi di alcune pedine fondamentali, oltre ai lungodegenti Viscardi e Cherillo fuori anche gli squalificati De Feo e bomber Leonetti. Assenze che hanno costretto il tecnico Gianluca Colavitto a rivedere inizialmente i suoi piani schierando per la prima volta in stagione una linea difensiva a tre guidata da Amelio con al suo fianco i due under Iarocci e Maronilli. Sulle corsie laterali Cane da un lato e Casciani sulla sinistra per la terza domenica consecutiva, nel cuore del gioco Pizzutelli e Stivaletta con l’arretrato Bittaye mentre in avanti spazio a capitan Fiore in coppia con Tedesco. Come accaduto nelle due precedenti trasferte i biancorossi sono stati penalizzati da una falsa partenza, la Jesina si è affacciata due volte nei pressi di Camerlengo nei primi venticinque minuti di gioco trovando il doppio vantaggio, prima con Magnanelli caparbio e fortunato prima di concludere a rete e poi con l’inserimento di Zannini sfruttando l’assist di Trudo. Dopo la partenza shock la Vastese ha spinto forte chiamando più volte l’estremo Tavoni, prima con Stivaletta, poi tre volte con Tedesco e nel finale con una botta violenta di Pizzutelli dalla lunga distanza deviata in angolo.

A inizio secondo tempo i vastesi hanno protestato vivacemente per un probabile tocco di mano in area su colpo di testa provato da Stivaletta poi bloccato agevolmente da Tavoni, la spinta vastese è proseguita ma la girata di Bittaye si è stampata sulla traversa. Nei minuti finali i biancorossi hanno chiuso in inferiorità numerica per il rosso mostrato a Maronilli dopo un fallo ai danni dell’ex Vasto Marina Seba Valdes. Una sconfitta arrivata con appena due conclusioni dei padroni di casa, Camerlengo nel resto del match non è mai più stato chiamato in causa.

Appena tre punti nel primo mese del 2018, nonostante il digiuno di successi in trasferta che dura da quasi tre mesi, il cammino netto dei biancorossi nel girone d’andata li conferma ancora in terza posizione(con 40 punti) con la Vis Pesaro da oggi di nuovo lontana sei punti e alle spalle l’Avezzano con due punti di ritardo. La Vastese dovrà ritrovare quanto prima la continuità di risultati, tra sette giorni dopo due trasferte consecutive tornerà all’Aragona, derby contro il San Nicolò, assolutamente da vincere.

JESINA – VASTESE: 2 – 0

Reti: 15’pt Magnanelli, 23’pt Zannini

JESINA: Tavoni, Sassaroli, Anconetani, Silvestri(15’st Serantoni), Gremizzi, Carotti, Trudo, Zannini(10’st Giovannini), Pierandrei, Magnanelli, Parasecoli. A disposizione: Bolletta, Giorni, Calcina, Montuori, Carnevali, Aprile, Valdes. All.: Di Donato

VASTESE: Camerlengo, Cane, Casciani(28’st De Chiara), Iarocci(20’st Lucciarini), Amelio, Maronilli, Stivaletta(33’st Alberico), Pizzutelli, Bittaye, Fiore, Tedesco. A disposizione: Alonzi, Iodice, Lombardo, La Barba, Di Pietro. All.: Colavitto

Arbitro: Luca Baldelli di Reggio Emilia (Pedroni di Schio e Paggiola di Legnago)

Ammoniti: Iarocci(V); Espulso: al 41’st Maronilli(V)

Redazione Vasport – redazione@vasport.it