Connect with us

Motociclismo

MotoGP, per Iannone ultimi test preseason in Qatar

Published

on

Da domani fino a sabato ultima tre giorni di test per i piloti MotoGP che gireranno in Qatar sulla pista di Losail, la stessa che ospiterà la prima gara stagionale il 18 marzo. Iannone cercherà di sfruttare questi test per prendere sempre più confidenza con la nuova Suzuki

 

Da domani fino a sabato 3 marzo il mondo della MotoGP si sposterà in Qatar per affrontare l’ultima tornata di test ufficiali in vista dell’inizio della prossima stagione. Questa ultima tre giorni di test si terrà sul circuito di Losail, lo stesso sul quale si disputerà la prima gara ufficiale del campionato del mondo 2018 il prossimo 18 marzo. La Suzuki sembra migliorata notevolmente rispetto alla problematica stagione scorsa, anche se Iannone sta ancora cercando il giusto feeling con la nuova GSX-RR. Nei precedenti test la moto ha mostrato segnali incoraggianti sotto il profilo delle prestazioni sul passo gara, mentre è apparsa più in difficoltà sul giro secco. Il pilota di Vasto è sembrato più indietro rispetto al compagno di squadra spagnolo Alex Rins, ma tutto fa presagire che possa essere una stagione decisamente migliore rispetto alla scorsa nella quale qualche segnale positivo si era registrato solo nelle ultimissime gare. Quest’anno la volontà è quella di partire fin da subito bene. La Suzuki in Qatar testerà la carenatura aerodinamica che utilizzerà nelle prime gare stagionali. Iannone ha apprezzato molto il lavoro fatto dai tecnici Suzuki sul telaio e sul motore.

Il centauro vastese approfitterà dei test per cercare di migliorare le prestazioni con le gomme nuove, vero tallone d’Achille dei precedenti test in Thailandia. Queste le sue dichiarazioni al termine dei precedenti test: “Avevo problemi con le gomme nuove, il tempo sul giro era migliore con le gomme usate, ovviamente sono deluso, ma per me è al momento difficile ottenere il massimo dalle prestazioni delle gomme fresche, non so perchè. Non ci resta che continuare a lavorare”. 

I test si terranno in notturna con luce artificiale, per permettere ai piloti di girare nelle stesse condizioni in cui si disputerà la gara a metà marzo. Per tre giorni, dalle 11 alle 19 orario italiano, i piloti avranno la possibilità di girare sul circuito. L’ultima ora di sabato (18-19) la pista verrà bagnata artificialmente in modo da poter testare le moto anche in questa situazione.

 

Andrea Giove – andreagiove@vasport.it