Connect with us

Arti marziali

Muay thai: domenica di arti marziali a Monteodorisio

Published

on

Appuntamento organizzato dal maestro Ivano Siviero. 40 match nella ‘Officina 84’

E siamo al terzo evento per Ivano Siviero, maestro di muay thai di Monteodorisio, dove nella sua Officina 84 allena giovani fighters alla nobile arte marziale orientale. Domenica il piccolo borgo ospiterà il campionato regionale Abruzzo-Marche, con quattordici palestre in ballo, quasi 40 match in cartello e, soprattutto, giovani atleti che vogliono mostrare le loro abilità al pubblico di casa. Inizio alle 9, con visite mediche, peso degli atleti e incontri che, parole di Ivano, dovrebbero avere inizio alle 14. 

Giovedì pomeriggio, cielo di un tipico autunno abruzzese, con un leggero vento a rinfrescare l’aria. Cominciamo la chiacchierata, Ivano mi spiega l’utilità di questo genere di eventi, impiegati come ipotetico trampolino di lancio per match a livello nazionale che si terranno in primavera a Pescara. Mi rivela soddisfatto di aver accettato con entusiasmo la proposta della federazione, soddisfatta della manifestazione organizzata nel marzo scorso a Vasto, dove hanno combattuto Federica Sbaraglia e Sveva Melillo, fresca vincitrice del titolo mondiale ISKA -55 kg. Insomma, pezzi grossi del movimento.

Il secondo motivo per cui ha accettato è legata ai suoi ragazzi, alcuni dei quali al loro primo match e proprio tra le mura amiche. Una grande emozione, gestita nel migliore dei modi perché, mi dice, sono tranquilli, hanno una grande passione. Mi spiega come sia complicato far combattere atleti di classe A, soprattutto per un discorso economico, legato ai combattenti e alle cifre organizzative. Mi indica le differenze tra alcuni stati e il nostro territorio, dove il valore delle arti marziali viene riconosciuto dalle istituzioni e non solo da un appassionato pubblico, comunque in espansione del nostro paese. Occorrerà altro tempo, ma la strada è quella giusta, la mentalità sta cambiando, le arti marziali stanno aprendo un solco interessante nel panorama italiano, non solo tra i praticanti, ma soprattutto tra gli appassionati, i quali appartengono ad un pubblico giovane, quindi che andrà ad influenzare il futuro. 

Il discorso si allarga ai grandi della boxe, ai troppi, o troppo pochi, denari che girano intorno al mondo sport. Una chiacchierata interessante, come sempre. Quindi, ricapitoliamo, domenica non mancate, Monteodorisio vi aspetta. 

 

Luigi Della Penna

Redazione Vasport – redazione@vasport.it