Connect with us

Calcio

Nuovo Dpcm, stop al calcio amatoriale?

Published

on

Secondo alcune indiscrezioni giornalistiche nel Dpcm che verrà pubblicato, molto probabilmente, nella giornata di domani ci saranno misure ancora più stringenti per limitare il diffondersi dell’epidemia di Coronavirus. Oltre allo stop di feste private molto verosimilmente saranno sospesi gli sport da contatto amatoriale tra i quali il calcetto.

Ora però qualcuno dovrà saperlo spiegare a centinaia di migliaia di genitori che hanno provveduto ad iscrivere i propri figli alle scuole calcio di tutta Italia con cifre che partono dai 150 fino ad arrivare, nelle grandi città, a circa 900/1000 euro. Non certo una bella notizia visto che a marzo, dopo la chiusura totale, si sono persi già diversi mesi di attività già pagati. Sembra questa davvero l’ennesima presa in giro.

E’ vero che stiamo vivendo un periodo particolare ma è altrettanto vero che adottando le giuste precauzioni il virus può indubbiamente essere tenuto a bada.

L’altra notizia è quella che anche chi fa attività motoria all’aperto dovrà indossare obbligatoriamente la mascherina. Lo scrive il Viminale in una circolare firmata nella serata di ieri dal capo di Gabinetto Bruno Frattasi con la quale vengono dati dei chiarimenti ai prefetti sul decreto legge approvato il 7 ottobre scorso. La disposizione che prevede l’uso della mascherina “esenta dall’obbligo di utilizzo – scrive Frattasi – solo coloro che abbiano in corso l’attività sportiva e non quella motoria, non esonerata, invece, dall’obbligo in questione”. Nelle bozze del decreto circolate nei giorni scorsi era scritto che dall’obbligo di utilizzare la mascherina erano esentati “i soggetti che stanno svolgendo attività sportiva o motoria” ma nel testo pubblicato in Gazzetta l’esenzione è rimasta solo per coloro che fanno attività sportiva.

redazione@vasport.it