Connect with us

Calcio

Oddo vs Zauri: Perugia-Pescara è storia di amici contro

Published

on

Compagni di squadra e poi collaboratori su una panchina: ma domani non ci sarà spazio per i sentimenti

Saranno 6 gli ex di Perugia-Pescara (Oddo, Gyomber, Carraro, Scognamiglio, Melchiorri e Capone) ma la storia nella storia della partita è la sfida diretta tra le panchine. Una sfida che ha un filo conduttore ben preciso: l’amicizia. Luciano Zauri e Massimo Oddo domani saranno per la prima volta rivali in panchina e per il secondo, che proprio in tandem col primo – che ne era collaboratore tecnico – ha firmato l’ultima promozione in A del Delfino, sarà il debutto da tecnico avversario. Perugia-Pescara ha mille motivi di interesse, dalle questioni di classifica alla panchina perugina che ha iniziato a traballare, ma il leitmotiv è dato proprio dallo “strano” incrocio tra i due allenatori.

Erano compagni di squadra nella Lazio e in Nazionale, poi Zauri è stato anche collaboratore tattico di Oddo nel Delfino e all’Udinese; entrambi abruzzesi, hanno lasciato la casa paterna giovanissimi per inseguire il sogno, poi realizzato, di diventare calciatori professionisti senza passare per il Pescara (Zauri però ha concluso in biancazzurro la sua carriera, a differenza di Oddo) ed ambedue hanno guidato la Primavera del Delfino prima di essere promossi a head coach della prima squadra. Dopo le avventure in simbiosi a Pescara e Udine, le strade si separano: Zauri si mette in proprio e torna a Pescara, Oddo – con il fido Marcello Donatelli, anche lui abruzzese e suo storico vice – passa da un’altra esperienza sfortunata a Crotone prima di accasarsi a Perugia per il rilancio.

Gli umbri sono in palese declino (una sola vittoria in 6 gare) dopo un avvio super, il Pescara è in ascesa (10 punti in 5 partite) ma domani è gara da tripla. E l’amicizia per 90 minuti sarà accantonata, per tornare più forte di prima, a prescindere dall’esito della sfida, da lunedì in poi.

Così Zauri prima di partire per Perugia: “Sarà una bella emozione incrociare due amici come Massimo Oddo e Marcello Donatelli. Io e Massimo abbiamo sempre avuto la stessa idea di calcio. Sono più pragmatico? Forse perché sono marsicano”, sorride. E sul match: ”Il Perugia gioca molto bene, è in difficoltà ma il potenziale offensivo è enorme. Noi però vogliamo vincere