Connect with us

Calcio

Ora ci sono anche le firme: ufficiale il ritorno di Zinni alla Virtus Cupello

Published

on

Il jolly offensivo scernese, in gruppo già da un paio di settimane, pronto domenica ad esordire contro lo Spoltore

Riecco Alessandro Zinni a Cupello. Non parliamo di notizia last minute visto che il classe 2002 era già sceso in campo una settimana fa nell’allenamento congiunto che la Virtus aveva affrontato contro la Vastese, proprio la squadra dove il jolly offensivo scernese ha trascorso la scorsa stagione.

A inizio estate era deciso a restare in D (Castelnuovo e Vastese tra le ipotesi) ma poi ha voluto fortemente il ritorno in rossoblù. Un passo indietro per provare a farne tanti altri in avanti visto che la giovane età gioca a suo favore. Perché Cupello? Basta riavvolgere il nastro a due stagioni fa (2018/2019) quando Zinni poco più che diciassettenne incantò tutti con giocate, assist e gol infilando tanti record per il massimo campionato regionale. Sarebbe stato titolare certo, di fianco a La Selva, nel match di Coppa disputato domenica scorsa contro il Casalbordino ma sul contratto mancava la firma del Pescara. Partita seguita dalla tribuna, poi tutto risolto nei giorni scorsi, ora Alessandro non vede l’ora di esordire nella prima giornata d’Eccellenza, sarà preziosissimo supporto per gli esperti Pendenza e La Selva.

Se sul fronte attacco non ci sono problemi per il tecnico Panfilo Carlucci i grattacapi sono in difesa dove sarà emergenza visto che numericamente il reparto è carente (dal mercato dovrà arrivare almeno una pedina esperta) e domenica per la prima giornata contro il temibile Spoltore mancherà capitan Giuliano chiamato a scontare una giornata di squalifica della scorsa stagione.

Antonio Del Borrello – antoniodelborrello@vasport.it