Connect with us

Calcio

Pari a Venezia, ma quanta sofferenza per il Pescara

Published

on

Zappa replica a Firenze e finisce 1-1 la sfida della Laguna. Biancazzurri in piena zona play out

Secondo pari consecutivo per il Pescara a guida Sottil: finisce 1-1 la sfida giocata a Venezia, fondamentale in chiave salvezza e i biancazzurri, ora scavalcati dall’Ascoli, vengono ricacciati in piena zona play out, adesso al pari dello stesso Venezia e del Perugia.

La partita. Sottil conferma le indicazioni della vigilia: di nuovo 4-3-3 con due novità in difesa dove Scognamiglio rileva Drudi e Del Grosso prende il posto di Balzano. L’avvio è di marca biancazzurra e prima Galano e poi Zappa creano grattacapi alla squadra di casa. Al 23′, però, epidosio decisivo: Massimi di Termoli sventola il rosso a Galano, per scorrettezze a danno di Montalto al quale viene dato il giallo. Il Pescara resta in dieci e inizia la sofferenza. Alla mezzora lagunari vicini al vantaggio: Maleh aggancia un buon pallone in area e calcia in porta, reattivo ed abile Fiorillo a sventare la ghiotta occasione.

In avvio di ripresa due cambi tra gli ospiti con Balzano e Kastanos che sostituiscono Palmiero e Busellato e Delfino che dietro si mette a 3 con Bettella-Scognamiglio-Del Grosso. Nemmeno il tempo di metabolizzare il cambiamento tattico che il Venezia sblocca il risultato: al 2′ Firenze, entrato dopo l’intervallo, infila di testa e spedisce la sfera all’angolino. Poi viene ristabilita la parità numerica: Caligara, entrato nel secondo tempo, becca due ammonizioni in poco meno di 10 minuti e al 22′ va anzitempo negli spogliatoi. Vicini al pari i biancazzurri al 28′ con Clemenza, la cui conclusione scheggia la traversa.

Al 30′ la squadra di Sottil raddrizza il parziale: Zappa, su assist di Clemenza, riesce a battere Lazzerini e segna il gol dell’1-1, il suo quinto stagionale. E finirà così la partita, un gol per parte.

Un punto che, per come si era messa la gara, può anche andar bene, ma per conquistare la salvezza bisognerà mettere dentro importanti vittorie, a cominciare dal prossimo delicatissimo match all’Adriatico con il Frosinone.

Venezia-Pescara 1-1

Reti: 2′ st Firenze, 30′ st Zappa

Venezia (4-3-1-2): Lezzerini; Lakicevic, Modolo, Ceccaroni, Marino (9′ st Fiordaliso); Fiordilino, Vacca (16′ st Monachello), Maleh (8′ st Caligara); Capello (1′ st Firenze); Montalto (25′ st Zuculini), Longo. A disposizione: Pomini, Bertinato, Fiordaliso, Cremonesi, Riccardi, Suciu, Rossi, Zigoni. All. Dionisi

Pescara (4-3-3): Fiorillo; Zappa, Scognamiglio, Bettella, Del Grosso; Busellato (1′ st Kastanos), Palmiero (1′ st Balzano), Memushaj; Galano, Maniero, Pucciarelli (8′ st Clemenza). A disposizione: Alastra, Elizalde, Drudi, Masciangelo, Crecco, Bruno, Borrelli, Bocic, Belloni. All. Sottil

Arbitro: Massimi di Termoli

Foto dalla pagina Facebook Pescara Calcio

Redazione Vasport – redazione@vasport.it