Connect with us

Calcio

Pari e spettacolo all’Aragona: la Vastese inizia con un punto

Published

on

Contro il Chieti match dalle mille emozioni. Ai biancorossi non sono bastati i gol di Marianelli e Dos Santos per centrare il primo successo. Domenica prossima altro derby a Giulianova

Quattro gol, due espulsi e tantissime emozioni. La Vastese voleva la vittoria a tutti i costi nel derby della prima giornata del girone F ma il Chieti è riuscito a portare a casa un punto grazie alla momentanea rimonta firmata nel secondo tempo da Traini e Bruni. Nel primo tempo erano stati i biancorossi a portarsi avanti con Marianelli ma ci ha pensato Dos Santos ad evitare la sconfitta con un penalty.

La partita – Rispetto a due settimane fa in casa Vastese sono tre gli avvicendamenti con capitan Stivaletta che inizialmente parte dalla panchina insieme a Zinni e Cardinale, quest’ultimo out per un fastidio intestinale. Fascia da capitano affidata ad Esposito in mediana affiancato dai due under Filippo Bardini e Loggello. Nel 352 sulle corsie laterali tocca a Pompei e Marianelli mentre davanti c’è Ansini a supporto del bomber Dos Santos. Davanti al portiere Luca Bardini il terzetto difensivo è guidato da Cacciotti con Pollace e Giorgi a completare l’undici iniziale. I teatini si presentano a specchio, c’è l’ex Camerlengo tra i pali, in difesa spazio all’ex Capistrello Fantauzzi, Venneri e Brugaletta. Davanti ci sono gli esperti Traini e Catelli mentre a correre sulle fasce tocca a Vittiglio e Brattelli. Nel cuore del gioco Mazzoli ha il supporto di Milizia e Marzola. Se in Curva Tobruk a causa del divieto non ci sono i tifosi neroverdi quelli biancorossi in Curva D’Avalos in segno di protesta restano in silenzio dal primo minuto iniziando a farsi sentire dal quindicesimo.

Partenza senza sussulti, errori in fase di impostazione anche se il Chieti sembra avere le idee più chiare e al dodicesimo ci prova da distanza siderale con Marzola. La sfida si accende subito, nei primi venti minuti in mezzo al campo i biancorossi hanno già ammoniti gli under Loggello e Bardini, notizia che di certo non fa felice Amelia. L’allenatore romano cambia, fuori Loggello e dentro Mastromattei che va ad affiancare Dos Santos con il conseguente arretramento di Ansini in mediana. Prima del cambio prima splendida azione biancorossa, tutto nasce dalla sgroppata sulla destra di Pollace, assist di Mastromattei a centro area per Dos Santos che l’addomestica e serve Ansini che dal limite calcia quasi a botta sicura ma sulla sua strada trova Brugaletta che chiude tutto. Nel finale di prima frazione la sfida si accende, Traini a centro area arriva con il pattone su un cross proveniente sulla sinistra ma da posizione ghiotta non trova lo specchio della porta. Sul capovolgimento di fronte, a due minuti dal quarantacinquesimo, la Vastese sblocca il match, dalla sinistra Ansini lavora un ottimo pallone, palla a centro area che complice un paio di lisce finisce dalle parti dell’ottimo Marianelli che da due passi di testa fa impazzire di gioia l’Aragona. C’è ancora tempo per un ultima azione, di marca neroverde, ancora con Traini che impegna l’attento Bardini, sempre sicuro.

Il secondo tempo si apre con un’incursione centrale di Pollace che costringe l’ex Camerlengo a rifugiarsi in angolo. Il Chieti si affaccia in area e trova il pari, colpo di testa perfetto di Traini all’angolino, imparabile per Bardini. In meno di centoventi secondi cambia la storia del match, Filippo Bardini già ammonito becca il secondo giallo a causa di una simulazione in area e viene espulso. Biancorossi in inferiorità numerica a trentatrè minuti dal novantesimo anche se il secondo giallo mostrato al centrocampista livornese sembra eccessivo. Sotto di un uomo i vastesi faticano a reagire, il Chieti ne approfitta e poco dopo l’ora di gioco completa la rimonta.

Sulla sinistra Brattelli imbecca Bruni, subentrato a inizio ripresa, che in diagonale fredda l’estremo di casa. Gelo sull’Aragona che però si riaccende quattro minuti più tardi quando capitan Esposito viene atterrato in area, per il fischietto salentino non ci sono dubbi, è calcio di rigore. Rosso diretto per Vittiglio e le due squadre di nuovo in parità numerica. Camerlengo con la maglia vastese di rigori ne aveva parati quattro, dagli undici metri la sfida è con bomber Dos Santos. Esecuzione perfetta del bomber brasiliano, palla da una parte l’ex di turno dall’altra. Ora Amelia ci crede e butta nella mischia Alonzi che ci prova subito, serpentina e conclusione di sinistro che si stampa sulla traversa. I padroni di casa provano a completare la contro rimonta ma il Chieti chiude ogni spazio e al fischio finale il 2 a 2 divide la posta in palio.

Per i biancorossi sarebbe stato utile per classifica e morale partire per i tre punti, si inizia con un punto e qualche rammarico ma tra sette giorni nel secondo derby consecutivo in casa del Real Giulianova la Vastese proverà a brindare alla prima vittoria in campionato.

VASTESE – CHIETI: 2 – 2

Reti: 43’ pt Marianelli (V), 10’st Traini (C), 19’st Bruni (C), 26’st Dos Santos (V)

VASTESE: Bardini L., Pompei (29’st Alonzi), Pollace (17’st Perocchi), Dos Santos, Ansini (36’st Stivaletta), Esposito, Giorgi, Marianelli, Loggello (24’st Mastromattei; 40’st Cavuoti), Cacciotti, Bardini F. . A disposizione: Di Rienzo, Fanelli, Zinni, Colitto. All.: Amelia

CHIETI: Camerlengo, Fantauzzi, Brattelli (36’st Mancini), Venneri, Vittiglio, Brugaletta, Milizia, Mazzolli (47’st Kambo), Traini (28’st Ricci), Catalli (1’st Bruni), Marzola. A disposizione: Ubertini, Di Renzo, Talucci, Paneccasio, Bulferi. All.: Grandoni

Arbitro: Andrea Rizzello di Casarano (Persichini e Singh di Macerata)

Spettatori: 1200 ; Ammoniti: Bardini F. (V), Loggello (V), Milizia (C), Traini (C); Espulsi: 12’st Bardini F. (V), 23’st Vittiglio (C); Recupero: 1’ e 5’.

Antonio Del Borrello – antoniodelborrello@vasport.it