Connect with us

Calcio

Pari in extremis, il Pescara evita il primo ko

Published

on

Il gol di Ferrari al 93′ evita il primo, doloroso ko stagionale al Pescara di Gaetano Auteri: finisce sul punteggio di 1-1 la sfida giocata all’Adriatico Giovanni Cornacchia contro la Viterbese, al termine di una partita intensa, giocata con ardore dai biancazzurri soprattutto nella seconda parte.

Un risultato che consente ai biancazzurri di mantenere il vertice della classifica, a quota 11 punti, adesso appaiati alla Reggiana, vittoriosa a Siena, ed al Cesena, che si è imposto ad Olbia.

Gara che si era messa subito male per il Delfino, con il calcio di rigore, generoso per i più e molto contestato dagli abruzzesi, che al 4′ consentiva a Volpicelli di portare in vantaggio la squadra laziale. Rete che innervosiva oltremodo i padroni di casa, incapaci nel primo tempo di reagire con la giusta determinazione ed efficacia, caricando al contrario una Viterbese abile a frenare i locali ed a pungere in avanti, sfiorando pure il raddoppio (clamoroso il doppio palo degli ospiti all’11’).

Tutt’altra musica nel corso del secondo tempo: il Pescara, dopo aver corso un pericolo proprio all’inizio, cominciava a macinare gioco e creava molto in area avversaria, senza però riuscire a concretizzare. Pali di Clemenza, al 33′, e di Memushaj, al 41′, prima della liberatoria marcatura di Ferrari quando mancava pochissimo al triplice fischio di chiusura.

Nel post partita il commento di mister Auteri a Rete 8: “Il rigore ci ha fatto innervosire, se si concedono simili penalty gli arbitri dovrebbero fischiarne dieci a partita. Siamo stati poco lucidi e abbiamo rischiato di incassare il secondo gol. Nella ripresa abbiamo creato 7-8 occasioni senza riuscire a concretizzarle. Non dobbiamo innervosirci, bisogna restare tranquilli. La gara ha detto che abbiamo bisogno di tutti, ho aumentato il peso offensivo nel secondo tempo con le sostituzioni e abbiamo creato tanti pericoli alla Viterbese. Bisogna crescere”.

Foto dalla pagina Facebook Pescara Calcio

Redazione Vasport – redazione@vasport.it

Advertisement
Advertisement

Facebook