Connect with us

Calcio

Pari interno con il Brescia, il Pescara cresce

Published

on

Buona prova dei biancazzurri, al terzo risultato utile di fila. Bocchetti risponde a Torregrossa

Un buon Pescara: termina 1-1 la sfida con il Brescia all’Adriatico Giovanni Cornacchia, in una sfida che i biancazzurri hanno affrontato a testa alta e con interessanti trame di gioco. Segno di crescita evidente per il gruppo.

La partita. Qualche variazione nell‘undici titolare per mister Breda rispetto alla sfida vinta sabato tra le mura amiche, con il punteggio di 3-2, contro il Monza: Guth rileva Balzano nel terzetto difensivo, mentre in attacco, con Ceter inizialmente in panchina, è Maistro a giocare assieme a Galano. Per il resto tante conferme e voglia di trovare una discreta continuità di risultati.

Vincenzo Fiorillo

Una serata speciale, poi, per il portiere Vincenzo Fiorillo, alla sua 200esima presenza in biancazzurro. Prima dell’inizio della partita gli consegna una speciale maglia celebrativa il presidente Daniele Sebastiani.

Nel team di Dionigi sono tre gli ex: Martella, il mai dimenticato nazionale islandese Birkir Bjarnason e Ragusa.

L’inizio è di marca ospite, ma senza particolari affondi dalle parti di Fiorillo. Poi cresce il Pescara: al 12′ respinta di Andrenacci su tentativo di Omeonga. Alla mezzora bella azione in veloce ripartenza dei padroni di casa, Omeonga, imbeccato da Galano, impegna severamente Andrenacci che devia in angolo. Poi testa di Guth sul corner susseguente, palla alta. Al 41′ rigore per i lombardi: Bocchetti sbaglia la copertura, Scognamiglio cintura Torregrossa e il direttore di gara assegna la massima punizione. Dagli 11 metri lo stesso Torregrossa, col mancino, realizza lo 0-1, risultato che segna la fine della prima frazione.

In avvio di ripresa proteste pescaresi al 2′: Memushaj, a terra in area dopo un tocco di Mateju, reclama il penalty, ma Prontera di Bologna lascia correre. Al 16′ pari, meritato, del Pescara: conclusione di Omeonga, respinta del portiere e Bocchetti, in spaccata, infila il pallone in porta per il gol dell’1-1, il secondo consecutivo del difensore dopo quello decisivo di sabato al 90′ contro il Monza. Al 22′ ancora pericolosa la squadra di Breda, che gioca con grande determinazione e compattezza: sugli sviluppi di una punizione è Nzita a sfiorare il vantaggio, esaltando i riflessi dell’attento Andrenacci sulla ribattuta del quale Maistro, ostacolato, non riesce ad incidere. Anche in questa occasione rimostranze pescaresi per l’irregolarità su Maistro non rilevata dall’arbitro. Preme il Pescara, alla ricerca del successo, il Brescia si difende e, fino all’ultimo l’1-1 resta scolpito.

Finisce così ed è il terzo risultato utile di fila per il Pescara (una vittoria e due pareggi in questa striscia).

Domenica sfida da non fallire, in trasferta, con l’Entella per Fiorillo & C.

Pescara-Brescia 1-1

Reti: 42′ Torregrossa (rigore), 16′ st Bocchetti

Pescara (3-5-2): Fiorillo; Guth, Bocchetti, Scognamiglio; Bellanova, Omeonga, Valdifiori, Memushaj, Jaroszynski (19′ st Nzita); Maistro (38′ st Ceter), Galano. A disp. Alastra, Radaelli, Ventola, Antei, Balzano, Fernandes, Crecco, Vokic, Capone, Bocic, Blanuta, Riccardi, Capone. All. Breda

Brescia (4–3–3); Andrenacci; Sabelli, Mangraviti, Mateju, Martella; Dessena (24′ st Jagiello), Van de Looi, Bjarnason (12′ st Papetti); Ragusa, Torregrossa (24′ st Ayè), Spalek (12′ st Bisoli). A disp. Kotnik, Zmral, Donnarumma, Ghezzi, Labojko, Verzeni. All. Dionigi

Arbitro: Prontera di Bologna

Foto dalla pagina Facebook Pescara Calcio

Redazione Vasport – redazione@vasport.it