Connect with us

Pattinaggio

Pattinaggio: stop forzato fino al 24 novembre

Published

on

Il presidente della Firs Abruzzo Giovanni Di Eugenio interviene sul momento attuale e sulle prospettive future

Anche il pattinaggio non è risultato immune dal Covid.

L’attività in Abruzzo è sospesa fino al 24 novembre.

Altre due settimane ancora per capire se le maglie delle limitazioni si potranno allargare oppure no.

A parlare della particolare situazione è stato il presidente del comitato regionale Fisr Abruzzo, Giovanni Di Eugenio sul portale della Firs: “Abbiamo iniziato a seguire le circa 40 società della regione per aiutare ciascun club a gestire al meglio lo stop forzato legato alla pandemia. Una volta arrivata la stagione estiva ci siamo mossi per organizzare alcuni raduni e per affiancare la disciplina dello skate: qui è in crescita anche grazie alla realizzazione di uno skate park a Pescara attorno al quale gravitano tre club. E con lo stesso comune di Pescara stiamo avviando un dialogo per avere in gestione come Federazione il pattinodromo coperto “ex Gesuiti”.

Prima che il Covid-19 prendesse purtroppo il sopravvento, sia l’Abruzzo che le Marche hanno organizzato un Trofeo interregionale dedicato alla corsa e all’artistico.

In Abruzzo abbiamo diversi campioni mondiali per cui è nostro dovere creare degli eventi che siano da sprono per la loro crescita agonistica – ha concluso Giovanni Di Eugenio. Prima della pandemia da Coronavirus i numeri delle società in Abruzzo erano in aumento, ora siamo in attesa di capire se dopo il 24 novembre ci sarà la possibilità di ripartire con un po’ più di normalità. Fino a quella data non sono stati messi a calendario ulteriori trofei e manifestazioni. Chiudo dicendo che siamo pronti per ripartire”.

Alessio Giancristofaro

Foto: profilo Facebook Firs