Connect with us

Calcio e solidarietà

Pavoletti diventa… “Il piccolo Principe”

Published

on

L’attaccante ex Lanciano dimostra per l’ennesima volta la sua disponibilità a sposare progetti sociali

L’ex Lanciano Leonardo Pavoletti segna sempre, anche quando non scende in campo.

Il bomber del Cagliari e artefice della promozione dei rossoneri in serie B nella stagione 2011/2012 ha aderito al progetto “Leggere: forte! Ad alta voce fa crescere l’intelligenza”.
Personaggi del mondo dello spettacolo, della cultura, della musica e dello sport, infatti, hanno scelto di prestare la propria voce a “Leggere: forte!”, il progetto della Regione Toscana che, con la direzione scientifica dell’Università di Perugia, promuove la lettura ad alta voce con più determinazione che mai in tempi di coronavirus e che in questa situazione di emergenza ha trasformato la propria azione attraverso l’ideazione e realizzazione di risorse online qualificate per bambini di tutte le fasce d’età, soprattutto per la fascia 0-6, la più penalizzata in epoca di didattica a distanza, in modo da poter garantire un’esposizione alla lettura di storie quotidiana, condizione necessaria per apprezzare nel lungo periodo benefici di tipo cognitivo.

Ci sono attrici come Laura Morante e attori come Nicola Rignanese o Giovanni Anzaldo, scrittori come Antonio Ferrara e scrittrici come Licia Troisi.

Ancora, il giornalista e video reporter Saverio Tommasi e perfino musicisti come Andrea de Rocco “Pupillo” dei “Negramaro” e calciatori quali Leonardo Pavoletti o l’arbitro Marco Guida.

Ma la lista è più lunga.

Leonardo Pavoletti, impegnato anche nell’iniziativa di beneficenza con il progetto Etiopia Onlus Lanciano, ha letto il primo capitolo de Il piccolo Principe di Antoine De Saint Exupery, con tanto di dedica speciale al piccolo Giorgio, il figlio dell’attaccante di Livorno.

Alessio Giancristofaro