Connect with us

Calcio

Peppe Soria allenatore della Val di Sangro: “Sfida che mi affascina ma non appendo le scarpe al chiodo”

Published

on

Con i sangritani l’attaccante vastese inizia la carriera da allenatore in una prima squadra. Quando ritroverà la forma completa dopo l’infortunio tornerà in campo anche da giocatore

Negli ultimi anni pur avvicinandosi agli anta il vizio del gol non lo ha mai perso, a quello ha aggiunto i primi passi nelle vesti da allenatore, con la scuola calcio di beach soccer l’estate e poi entrando a far parte nello staff tecnico della Pgs Vigor Don Bosco, sempre con le giovani promesse del calcio vastese.

Adesso però Giuseppe Soria ha deciso di compiere il balzo in avanti accettando la proposta della Val di Sangro dove negli ultimi due anni aveva vestito i panni di bomber e capitano. Da oggi è lui il nuovo allenatore dei biancoblu: “A questa piazza sono legatissimo, ho accettato l’incarico con grande entusiasmo, non potevo scegliere piazza migliore per iniziare questo cammino con una prima squadra, qui c’è tutto per fare bene, è una sfida che mi affascina, ci metterò anima e cuore”.

A marzo ha spento le 40 candeline e un paio di mesi primi ha subito un grave infortunio che lo ha tenuto fuori durante tutta la seconda parte di stagione privando la Val di Sangro del suo bomber. A chi gli chiede se il nuovo ruolo lo spinge a salutare il calcio giocato Soria ha la risposta pronta: “Non voglio appendere le scarpette al chiodo, quando avrò recuperato completamente dall’infortunio al tendine darò una mano anche come giocatore”. Da allenatore-giocatore ha già vissuto l’esperienza in questa stagione di beach soccer con il Canalicchio Catania Beach Soccer: “Sono stati mesi fondamentali per prepararmi al meglio in questa avventura nel calcio a 11”.

In un girone B di Promozione che si annuncia più agguerrito che mai, affronterà da ex il Casalbordino ma le due big da battere saranno Lanciano e Us San Salvo. La Val di Sangro come sempre sarà protagonista nei piani alti, Peppe Soria da allenatore alla sua prima vera esperienza proverà subito ad essere decisivo.

 

Redazione Vasport – redazione@vasport.it