Connect with us

Calcio

Pescara, dove sei? Il Lecce quasi ‘passeggia’ e vince

Published

on

I salentini s’impongono 3-1. Quinta sconfitta di fila per la squadra di Oddo (che sembra al capolinea)

Un film già visto: il Pescara perde un’altra partita, la quinta di fila (sono 6 i ko consecutivi considerando anche la Coppa Italia con il Parma). Ancora una volta squadra senz’anima quella biancazzurra, in balia del Lecce sin dalle prime battute di gioco.

La partita. Con Galano e Valdifiori fuori dalla lista dei convocati ed altri elementi indisponibili, Oddo propone un undici titolare inedito con il terzetto difensivo Balzano-Guth-Jaroszynski davanti a capitan Fiorillo. A centrocampo coppia in mezzo Omeonga-Fernandes con Bellanova e Masciangelo sulle corsie esterne e Maistro tra le linee ad assistere il duo d’attacco composto da Belloni e dal rientrante Ceter. Il Lecce di Corini, che si presenta con il terzetto offensivo Mancosu-Coda-Stepinski parte subito forte e già al 6′ va vicino al vantaggio con Coda che esalta i riflessi e l’abilità di Fiorillo. Non può nulla, però, l’estremo difensore biancazzurro al 13′ con Stepisnki che appoggia comodamente il pallone in porta per l’1-0, sfruttando un madornale errore in difesa degli avversari. I giallorossi, non paghi del gol realizzato, continuano a macinare gioco e occasioni, il Pescara, dall’altra parte, è inconcludente e inefficace. Al 40′ Coda grazia Fiorillo e le due squadre vanno all’intervallo con il minimo divario pro Lecce.

Ci si aspetterebbe una minima ‘scossa‘ pescarese al rientro sul rettangolo di gioco, sono invece i padroni di casa a ricominciare come avevano finito. E passano appena 5 minuti per vedere mutato il parziale nel 2-0 per i salentini con Coda che, stavolta sì, riesce a spedire il pallone nel sacco beneficiando della rifinitura di Mancosu dopo un altro erroraccio in difesa. Si scuotono gli abruzzesi al 22′ ed è ancora una volta Maistro a segnare, su invito di Ceter: 2-1 e partita che si riapre. Al 26′ Vokic, subentrato a Belloni, sfiora incredibilmente il 2-2, Gabriel è attento e devia il pallone fuori. Alla mezzora il Lecce ristabilisce le distanze e va ancora a segno, di nuovo con Stepinski che s’invola verso Fiorillo e lo supera brillantemente.

Finisce 3-1: il Lecce torna al successo dopo 3 passaggi a vuoto, il Pescara resta ultimo della classe con appena un punto conquistato in 6 partite. L’avventura di Oddo sulla panchina biancazzurra sembra essere arrivata al capolinea.

Lecce-Pescara 3-1

Reti:13′ e 30′ st Stepinski, 5′ st Coda, 22′ st Maistro

Lecce (4-3-1-2): Gabriel; Adjapong, Lucioni, Meccariello, Calderoni (30′ st Zuta); Henderson, Tachtsidis (41′ st Maselli), Paganini; Mancosu (30′ st Majer); Stepinski (47′ st Dubickas), Coda (30′ st Pettinari). A disp.: Bleve, Pierno, Vigorito, Gianfreda, Lo Faso. All. Corini

Pescara (3-4-1-2): Fiorillo; Balzano (12′ st Nzita), Guth, Jaroszynski; Bellanova (42′ st Di Grazia), Omeonga (12′ st Busellato), Fernandes (34′ st Memushaj), Masciangelo; Maistro; Belloni (12′ st Vokic), Ceter. A disp.: Alastra, Radaelli, Elizalde, Ventola, Crecco, Diambo. All. Oddo

Arbitro: Amabile di Vicenza

Foto dalla pagina Facebook Pescara Calcio

Redazione Vasport – redazione@vasport.it