Connect with us

Calcio

Pescara fuori dalla Coppa Italia, passa il Parma

Published

on

Gli emiliani di Liverani s’impongono 3-1

Fuori dalla Coppa Italia il Pescara. Al ‘Tardini‘ il Parma s’impone 3-1 e guadagna l’accesso alla fase successiva della competizione tricolore nella quale affronterà un’altra formazione di B, il Cosenza. La doppietta di Karamoh nel corso del primo tempo ed il tris di Adorante, giovane attaccante classe 2000 di origini abruzzesi (genitori di Guardiagrele) segnano l’esito della sfida. A tempo pressoché scaduto l’unica marcatura ospite, con Nzita.

La partita. Tanti cambi per mister Oddo che propone i suoi con il 3-4-2-1: Alastra, un ex, è tra i pali, a comporre il terzetto difensivo ci sono Guth, Bocchetti e Scognamiglio, Balzano e Nzita gli esterni con Valdifiori e Busellato in mezzo al campo e il duo Galano-Capone a sostegno del centravanti Belloni. Dall’altra parte tante rotazioni anche per Liverani che in attacco si affida al duo Karamoh-Adorante. Ed è proprio la coppia in prima linea a costruire la prima azione degna di nota del match: Karamoh, da destra, cerca e serve Adorante che, di testa, impegna Alastra. I biancazzurri replicano al 12′ con Capone ma il suo tiro a giro da fuori finisce a lato. Al quarto d’ora è reattivo l’estremo difensore biancazzurro ad anticipare Karamoh, lanciato a rete. Il punteggio si sblocca al 24′: assist dello svizzero Sohm, tra i più intraprendenti nei padroni di casa, e l’ex Inter Karamoh infila alle spalle del portiere abruzzese. Parma ancora attivo in avanti al 28′ con Nicolussi Caviglia (conclusione deviata in angolo) e con Sohm alla mezzora (tiro alto). Prima della fine del tempo anche il raddoppio per gli emiliani: è ancora Karamoh, al 43′, a farsi trovare pronto per la realizzazione del 2-0 con il quale le squadre rientrano negli spogliatoi per l’intervallo.

In avvio di ripresa cambia Oddo: dentro Bocic, per Galano, e Diambo, che sostituisce Valdifiori. Proprio Bocic porta almeno un po’ di vivacità alla manovra biancazzurra, seppur la difesa di Liverani non corre grossi rischi. Al 6′ ci prova Belloni, colpo di testa fuori su azione d’angolo. Al 16′ traversone di Nzita e colpo di testa di Diambo che finisce tra le braccia di Colombi. Il Parma ricomincia poi a macinare gioco e al 23′ sigla il terzo gol ed a firmarlo è Adorante che, di fatto, manda la gara in archivio. A seguire, dopo una occasione sfumata per il Pescara con Bocchetti è Alastra, al 29′ con una bella parata, ad impedire a Sprocati di servire il poker. Ed ancora il portiere biancazzurro dice ‘no’ a Sohm al 43′. A tempo pressoché scaduto, infine, la realizzazione pescarese con Nzita che, al 48′, deposita la sfera alle spalle di Colombi per il 3-1, punteggio che chiude l’incontro.

Finisce 3-0. Troppo Parma, anche con le seconde linee, per un Pescara che in terra emiliana, tra campionato e Coppa, è costretto ad incassare la quinta sconfitta di fila.

Parma-Pescara 3-1

Reti: 24′ e 43′ Karamoh, 23′ st Adorante, 48′ st Nzita

Parma (4– 3–1–2): Colombi; Iacoponi, Balogh, Gagliolo (25′ st Valenti), Ricci; Nicolussi Caviglia (36′ st Artistico), Hernani (25′ st Dezi), Sohm; Cyprien (16′ st Scozzarella); Karamoh (16′ st Sprocati), Adorante. A disp.: Rinaldi, Sepe, Radu, Bane, Pezzella, Grassi, Brugman, Kucka, Kurtic. All. Liverani

Pescara (3–4–2–1): Alastra; Guth, Bocchetti, Scognamiglio; Balzano (34′ st Di Grazia), Valdifiori (3′ st Diambo), Busellato (19′ st Fernandes), Nzita; Galano (1′ st Bocic), Capone (27′ st Ventola); Belloni. A disp.: Fiorillo, Radaelli, Elizalde, Masciangelo, Jaroszynski, Omeonga, Crecco. All. Oddo

Arbitro: Sozza di Seregno

Foto dalla pagina Facebook Pescara Calcio

Redazione Vasport – redazione@vasport.it