Connect with us

Calcio

Pescara-Juve Stabia: “Prima di dieci grandi opportunità”

Published

on

Sabato la ripartenza biancazzurra all’Adriatico. Legrottaglie: “Difficoltà ci saranno, ma finalmente si torna in campo”

Parla di “prima di dieci grandi opportunità” mister Nicola Legrottaglie. L’allenatore del Pescara, in collegamento in videoconferenza sui canali social biancazzurri, presenta il ritorno in campo della sua squadra per la partita iniziale del campionato di Serie B che riparte, con la sfida di domani alle 18 allo Stadio Adriatico Giovanni Cornacchia contro la Juve Stabia.

Dieci gare da qui al termine del torneo, serie di sfide nelle quali dimostrare di che pasta è fatta una squadra che, con un margine non troppo rassicurante sulla zona pericolosa della classifica, non può permettersi passi falsi e deve per forza puntare ad un riposizionamento verso lidi maggiormente tranquilli della graduatoria.

Inevitabilmente non mancano le incognite: la lunga pausa e l’inattività, la condizione evidentemente non ottimale ed ancora qualche infortunio, i primi caldi della bella stagione. In una sola parola: difficoltà. Situazione che Legrottaglie non nasconde, comunque comune a tutte le squadre in procinto di rimettersi in moto. “Ci vorrà tanta attenzione, a questo punto non è importante giocare bene, ma per fare risultato dovremo giocare meglio dell’avversario, capendo le fasi della partita e andando a scoprire, per certi versi, una realtà del tutto nuova. Finalmente, comunque, si torna a giocare. I ragazzi sono pronti. Mi aspetto cuore, fame, voglia di divertirsi e sacrificarsi“.

Massimo rispetto per l’avversario: contro la squadra campana di Caserta (un punto in più dei biancazzurri) serviranno determinazione e capacità di comprendere le fasi della partita, che saranno diverse per Legrottaglie.

Sulla formazione da schierare inizialmente in campo il tecnico non si sbilancia, con ogni probabilità punterà in attacco su Maniero, con Galano e Bocic a supporto (ma scalpitano anche Bojinov e Pucciarelli), Kastanos in cabina di regia (Palmiero in dubbio) con Memushaj e Busellato a centrocampo e Zappa, Drudi, Bettella e Masciangelo nella linea difensiva a quattro davanti a Fiorillo. “Molto importanti saranno i cambi“, dice Legrottaglie, considerando anche la novità dei cinque a disposizione.

Mancherà il pubblico, ovviamente: “Peccato, ma queste sono le scelte e le accettiamo”. La speranza è di regalarsi come gruppo e regalare ai tifosi la prima grande soddisfazione di questo ‘mini campionato post Covid‘.

Redazione Vasport – redazione@vasport.it