Connect with us

Calcio

Pescara, tre punti (d’oro) nel segno di Memushaj

Published

on

Il centrocampista albanese decide la sfida dell’Adriatico (2-1) con l’Ascoli

Tre punti pesanti per il Pescara. Battuto 2-1 l’Ascoli e successo che consente di riprendere quota allontanandosi dalla pericolosa zona play out.

Respira mister Nicola Legrottaglie, con la squadra che ritrova il sorriso e la vittoria dopo tre stop di fila.

La partita. Punti pesanti in palio all’Adriatico Giovanni Cornacchia: Pescara a quota 32, Ascoli a 31, entrambe invischiate nella pericolosa zona play out. Legrottaglie propone il cambio di modulo e rilancia il 4-3-2-1 nel quale tornano titolari Masciangelo e Busellato con Clemenza, assieme a Galano, a dare sostegno a Maniero. Dall’altra parte 4-3-1-2 per Stellone e ben tre ex nell’undici di partenza bianconero, tutti nel pacchetto arretrato: Pucino, Gravillon e Brosco (quest’ultimo tra i protagonisti dell’indimenticabile promozione in A con Zeman).

Tanti spazi vuoti nei settori di casa dello stadio, poco meno di mille, in Curva Sud, i tifosi ascolani.

Subito un intoppo per Legrottaglie: dura appena 9 minuti la partita di Maniero, l’attaccante non ce la fa ed è Borrelli a prendere il suo posto. Le prime occasioni della sfida le costruiscono i marchigiani: al 18’ ci prova Morosini, tiro alto; al 22’ ci vuole un super Fiorillo per impedire allo stesso Morosini, dopo una bella azione con Scamacca e Trotta, di sbloccare il risultato. Alla mezzora il primo, vero squillo biancazzurro con Clemenza che calcia alto da buona posizione. Scoppiettante il finale del primo tempo: al 43’ il Pescara trova il gol del vantaggio: Leali sbaglia il rinvio e Galano trova Busellato che infila in porta (era andato a segno anche nella partita di andata). Al 2° di recupero, però, l’Ascoli raddrizza il risultato, sempre sull’asse Scamacca-Trotta e Morosini, stavolta, è abile a finalizzare.

In avvio di ripresa altra buona chance per il Pescara ed è Clemenza a sfiorare il colpo grosso, imbeccato da Borrelli, palla di un soffio a lato della porta di Leali. E’ all’11’ è doppia l’occasione per i padroni di casa: prima Brosco salva su Galano, poi è Scamacca, sulla linea, ad evitare il gol di Bettella. Premono i ragazzi di Legrottaglie ed al 33’ lo sforzo è premiato: splendida la realizzazione di Memushaj, con un tiro a girare che s’insacca alle spalle di Leali.

Nel finale, nel recupero, Ascoli vicinissimo al pari: sinistro di Eramo sul palo, raccoglie Trotta e coglie un altro legno.

Finisce 2-1. E’ una vittoria davvero preziosa per il Delfino. Peccato per Memushaj: ha rimediato un giallo che gli farà saltare la trasferta dell’infrasettimanale con lo Spezia.

Pescara-Ascoli 2-1

Reti: 43’ Busellato, 47’ pt Morosini, 33′ st Memushaj

Pescara (4-3-2-1): Fiorillo; Zappa (41′ st Drudi), Bettella, Scognamiglio, Masciangelo; Busellato, Palmiero, Memushaj; Galano, Clemenza; Maniero (9’ Borrelli, 22′ st Bocic). A disp. Alastra, Farelli, Campagnaro, Marafini, Crecco, Bruno, Melegoni, Pavone. All. Legrottaglie

Ascoli (4-3-1-2): Leali; Pucino, Gravillon, Brosco, Padoin; Cavion, Petrucci (22′ st Brlek), Eramo; Morosini (27′ st Ninkovic); Scamacca, Trotta. A disp. Marchegiani, Novi Andreoni, De Alcantara, Ferigra, Sernicola, Valentini, Covic, Piccinocchi. All. Stellone

Arbitro: Marinelli di Tivoli

Redazione Vasport – redazione@vasport.it