Connect with us

Basket

Petrucci: “Il basket non può aspettare dicembre per riaccendersi. Ripartiamo prima a porte chiuse”

Published

on

Il presidente federale punta al ritorno in campo già tra settembre ed ottobre con il rischio di dover rinunciare al pubblico

Sette mesi senza sport giocato. Da marzo fino a settembre sarà impossibile assistere a partite ufficiali sui vari parquet d’Italia, il Coronavirus è ancora in mezzo a noi e da oggi con la ‘Fase 2’ inizierà il momento della convivenza.

Con gli sport di squadra pronti a rimettersi in moto dal 18 maggio si prova già a guardare oltre pensando alla prossima stagione visto che il mondo della palla a spicchi, dalla A1 fino all’ultima categoria i campionati sono terminati ufficialmente ormai da settimane. Sul come tornare in pista le difficoltà, non è una novità, non mancheranno e anche club di categorie più nobili rischiano di chiudere i battenti, figurarsi nelle altre serie. Nel frattempo però si pensa al quando ripartire, secondo alcuni esperti scientifici sarà difficile tornare in campo prima di novembre o dicembre. Ipotesi che non piace però al presidente federale Gianni Petrucci intervenuto sull’argomento con delle dichiarazioni rilasciate su “Il Messaggero Veneto”: “Aspetto che in primis le leghe maggiori ci facciano le loro proposte su come ripartire. Abbiamo un consiglio federale giovedì e sarà un tema da approfondire. La mia idea è che il movimento non può aspettare novembre o dicembre, bisogna lavorare per tornare in campo tra settembre e ottobre. Inizialmente ci era stato detto che calcio e basket, presumo anche pallavolo, sarebbero dovute ripartire a porte chiuse. Rispetto al calcio però non abbiamo grossi introiti dai diritti tv, questo è un grosso handicap. Bisogna pensare anche alla concorrenza, se i tre sport più popolari non ripartissero in breve tempo, non dico che sarebbe un “mors tua, vita mea”, ma ci sarebbe una concorrenza di altri sport altrettanto importanti. Ecco perché rafforzo la mia tesi di ripartire a ottobre a porte chiuse sperando di poter riaprire tutto entro fine anno”.

Antonio Del Borrello – antoniodelborrello@vasport.it