Connect with us

Basket

Prestigioso riconoscimento per l’Antoniana Pescara

Published

on

La Federazione Italiana Pallacanestro Comitato Abruzzo, premierà società e squadra domenica

Un’annata così resterà nella storia della società. E tra 48 ore ci sarà il più importante premio assegnato dalla Federazione abruzzese a ricordarlo: la cavalcata a ritmo di canestri su canestri con la quale l’Antoniana Pescara ha chiuso il Campionato regionale di Pallacanestro di Serie D 2018/2019 con una storica promozione sarà ricordata, infatti, domenica 15 dicembre a Roseto, presso l’Hotel Bellavista, quando la Federazione Italiana Pallacanestro Comitato Abruzzo, premierà società e squadra.

I ragazzi dell’Antoniana Basket Pescara non dimenticheranno mai la stagione sportiva 2018/2019 del campionato regionale di Serie D conclusosi con la promozione in Serie C Silver, nel quale il team di coach Bruno Pace ha ritrovato altre due squadre cittadine, il Pescara di Fabbri e l’Amatori di Verderosa.

Il riconoscimento di domenica per la vittoria del Campionato di Serie D ripaga la società e tutti i sacrifici fatti da dirigenti e soci sostenitori che hanno seguito la maschile; così come lo staff tecnico e i giocatori che hanno permesso il raggiungimento di tale risultato sportivo. Non è stato semplice e senza insidie il percorso dello scorso anno, ma alla fine è stato ripagato il duro lavoro fatto in palestra. Vorrei rimarcare che a Pescara siamo l’unica società che ha conquistato sul campo il diritto di partecipare alla Serie C Silver”, le parole di coach Pace.

Luigi Ferrante, capitano lo scorso anno e ora Team Manager del club, ricorda la cavalcata: “Questo riconoscimento è figlio di un duro lavoro iniziato due anni fa e proseguito con determinazione e sacrificio. Risultato ottenuto grazie a una grande maturità e intelligenza di tutti i miei compagni che hanno dimostrato, prima di essere buoni giocatori, di essere grandi uomini. Sono fiero e orgoglioso di aver fatto parte di un gruppo così. In tutto questo non posso che ringraziare coach Bruno Pace e il suo vice Matteo Di Nardo che hanno messo anima e cuore per far sì che tutto ciò si potesse avverare”.