Connect with us

Calcio

Quel primo mese e mezzo senza calcio

Published

on

Sono passati 46 giorni dall’ultimo allenamento dei frentani di mister Giuseppe Di Pasquale

Quarantasei giorni.

Tanti ne sono passati dall’ultimo allenamento rossonero.

Era il 7 marzo e il Lanciano avrebbe dovuto affrontare la Renato Curi Angolana di mister Marco Appignani.

Ad un mese e mezzo esatto da quel primo sabato di marzo, il campionato del Lanciano in Eccellenza è come fosse fermo da un tempo immemore.

La squadra si continua ad allenarsi grazie ai programmi personalizzati che il preparatore atletico Alessandro Spinoglio predispone con frequenza quasi quotidiana.

Ma sono mesi che sarebbero stati decisivi per costruire anche la strategia per affrontare quasi certamente i play-off e nei quali il Lanciano avrebbe cercato di allungare la distanza dalla terza forza del torneo, la vincitrice della Coppa Italia Torrese (attualmente ferma a 49 punti) e superare gli spareggi regionali.

In attesa che qualche decisione sia presa in modo ufficiale, gli aspetti positivi (si fa per dire) di questi primi (e speriamo che non ne trascorreranno altrettanti) 46 giorni sono, ad esempio, il completo recupero di alcune situazioni legate ai singoli come quella di Antonio Petrone e un generale recupero della condizione atletica della squadra.

Ma, ovviamente, gli aspetti meno positivi sono altri (e valgono purtroppo per tutte le altre squadre).

Come andrà a finire?

Alessio Giancristofaro