Connect with us

Basket

Ranitovic: “Continuare a crescere”

Published

on

Ultimo atto dell’anno per il team frentano

Sabato pomeriggio con fischio d’inizio alle ore 18:30 l’Unibasket Lanciano torna in campo per il secondo dei tre anticipi in calendario per il XIII turno di andata del Campionato di Serie C Gold: teatro dell’ultima gara dell’anno sarà il Palasport “B. Speca” di San Benedetto del Tronto dove i rossoneri dovranno vedersela con i padroni di casa della Sambacanestro.

Il team rossoblù dopo il cambio di denominazione avvenuto in estate si affida anche per questa stagione al giovane ma già esperto coach Daniele Aniello.

Gli adriatici pur navigando ancora nelle zone basse della classifica (sono attualmente terzultimi con otto punti) arrivano, dopo un disastroso inizio di campionato che li ha visti sconfitti in sei partite su sei, a questa gara dopo un periodo di forma in cui i marchigiani sono riusciti a conquistare ben quattro vittorie su cinque gare (Val di Ceppo, Vasto, Bramante e Perugia), perdendo di una sola lunghezza contro Falconara ed andando a violare parquet difficili come quella di Val di Ceppo e di Pesaro, sponda Bramante.

Il roster della Samb dopo l’addio del playmaker Bugionovo accasatosi ad Osimo ha visto la riconferma dell’esterno Carlo Ortenzi e di Roncarolo ma numerosi sono i volti nuovi approdati col mercato sulla Riviera delle Palme.

Su tutti la coppia di stranieri composta dai lituani Valentas Tarolis pivot, classe 91’ protagonista lo scorso anno a Matelica con una media di oltre 30 punti per gara, e dalla guardia Darius Stonkus attuale top scorer del girone con 246 punti segnati.

A loro lo staff tecnico ha aggiunto gli innesti della guardia orange Arjo Janssens e di un gruppo di atleti italiani composto dall’ala Giovanni Volpe (ex Pisaurum) e del play Davide Di Eusanio, già in rosa lo scorso anno e tornato in prestito dal Teramo per sopperire all’assenza del regista Rombi altro volto nuovo della Samb, uscito presto dalle rotazioni di Aniello a causa di un serio infortunio.

Il Lanciano arriva a questa partita dopo due sconfitte consecutive (quella “virtuale” inflittagli dal giudice sportivo dopo i fatti di Pesaro) e quella subita domenica scorsa dalla Robur Osimo sul neutro di Orsogna. Due passi falsi che hanno interrotto la striscia positiva di sette successi dei ragazzi di Corà che sono però più che mai decisi nel trovare proprio in riva all’Adriatico il pronto riscatto e chiudere con un sorriso un 2019 che resta sicuramente positivo per l’Unibasket che, dopo la scorsa stagione vissuta da protagonista, con la vittoria della regular season e il sogno della serie B, vuole anche per il 2020 recitare un ruolo importante nel difficile ed emozionante campionato di Serie C Gold.

Per la cronaca sono quattro i precedenti tra le due squadre con il Lanciano che si è imposto sia nei due confronti della stagione regolare sia in quelli del quarto di finale dei playoff promozione.

LE CONSIDERAZIONI DI DUSAN RANITOVIC

Quella contro San Benedetto è per noi l’ultima partita prima della pausa natalizia: loro vengono da un periodo di forma in cui hanno colto vittorie importanti, mentre noi arriviamo da due sconfitte nelle ultime due partite e dovremmo fare il possibile per portare a casa questi due punti che ci permetterebbero di tornare ancor di più al passo delle prime della classe. Come squadra dobbiamo continuare a crescere, anche dal punto di vista mentale per cercare di acquisire un’attitudine vincente. Bisogna continuare a lavorare e spero che finiremo questa parte della stagione nel modo giusto