Connect with us

Calcio

Ricorso respinto al Vasto Marina: lo Scerni è in semifinale anche se mancava un under

Published

on

Nonostante l’errore nell’undici titolare degli scernesi il giudice sportivo non ha accettato la richiesta dei vastesi arrivata in ritardo rispetto all’orario stabilito dal Comitato Regionale abruzzese

La doppia vittoria sul campo resta immacolata, lo Scerni è in semifinale di Coppa Abruzzo. Una storia particolare quella nata dopo il fischio finale del match di ritorno anche e soprattutto a causa di un regolamento poco chiaro, quello che obbliga le società di Prima Categoria a schierare anche in Coppa Abruzzo almeno due under(’95 e ’96) a differenza delle società di Seconda che quei paletti non li avevano, né in Coppa e neanche in campionato. Gli scernesi mercoledì erano scesi in campo con il solo ’96 Monachetti dal primo minuto lasciando in panchina gli altri cinque under. Al termine del match la dirigenza del Vasto Marina analizzata la situazione ha deciso subito di inoltrare il preannuncio di reclamo e il giovedì avrebbe inviato anche il relativo reclamo.

Lo avrebbero dovuto inviare entro le 12 e il Giudice sportivo avrebbe sicuramente accolto il reclamo ma come si legge nel comunicato ufficiale numero 52 del Comitato Regionale Abruzzo “Atteso che lo stesso, trasmesso a mezzo fax, risulta pervenuto presso gli uffici del C.R.A. alle ore 16:47 del giorno 22/3/2018, quindi oltre il termine dell’abbreviazione previsto dal C.U. n.178/A della F.I.G.C. del 19/06/2017, a mente del quale per le gare di Coppa Regione organizzate dai Comitati Regionali della L.N.D., i reclami ‘dovranno essere proposti e pervenire, in uno con le relative motivazioni, entro le ore 12:00 del giorno successivo a quello di effettuazione della gara’. Un ritardo di quasi cinque ore a dichiarare inammissibile il ricorso del Vasto Marina confermando il risultato acquisito sul campo: 2 a 1 per lo Scerni.

La società scernese nel caso fosse stato accolto il ricorso ai vastesi era pronta a mostrare, con alcuni documenti, che la scelta di presentarsi in campo con un solo under era avvallata dal regolamento, la storia a questo punto finisce qui, nei prossimi giorni lo Scerni conoscerà la composizione del triangolare che formerà una delle due semifinali, sicure le date(4, 11 e 18 aprile), un’avversaria sarà sicuramente l’Atessa Mario Tano, l’altra potrebbe essere una tra Scafa Cast, Elicese e Silvi.

Redazione Vasport – redazione@vasport.it