Connect with us

Calcio

Rivince il Pescara, c’è ancora speranza

Published

on

Livorno battuto 1-0 all’Adriatico con la rete di Maniero. Si decide tutto venerdì prossimo all’ultima giornata

Missione compiuta: per la speranza salvezza battere il già retrocesso Livorno all’Adriatico Giovanni Cornacchia era essenziale e così è stato. Un gol realizzato ad inizio ripresa da Maniero ha deciso la sfida con i toscani e ridato al Pescara quei 3 punti che mancavano da più di un mese e da 7 partite nelle quali i biancazzurri avevano conquistato solo 4 pareggi, piombando in piena zona play out.

Per la permanenza in B, evitando il pericoloso spareggio, sarà fondamentale la prossima gara in trasferta con il Chievo Verona. Bisognerà vincerla per mettere in cassaforte la certezza di giocare anche la stagione 2020/2021 nel torneo cadetto.

La partita. Mister Sottil ritorna al 4-3-2-1 e presenta Maniero in attacco con l’assistenza di Clemenza e Bocic. A centrocampo riecco Palmiero regista, con Memushaj e Kastanos mentre in difesa Bettella-Drudi è la coppia centrale con Zappa e Balzano a completare il quartetto davanti a Fiorillo.

Infarcito di giovani, dall’altra parte, il derelitto Livorno di Antonio Filippini.

Manovra lenta all’inizio dei biancazzurri. Primo sussulto al 19′, sinistro di Clemenza e palla fuori. Al 22′ altra occasione per i padroni di casa sull’asse Maniero-Clemenza, ma quest’ultimo, da posizione invitante, spara alto. Ci prova poi Memushaj, in due circostanze ravvicinate, al 34′ e al 36′, ma senza efficacia. Il Pescara preme e al 39′ costruisce un’altra palla-gol: Zappa non approfitta di una corta respinta di Neri su conclusione di Palmiero e spreca. In avvio di secondo tempo la rete che decide il match: Pucciarelli, entrato dopo l’intervallo al posto di Kastanos, rifinisce magistralmente per Maniero che deposita la sfera in porta.

Può bastare per la prima vittoria di Sottil alla quarta panchina biancazzurra.

Il Pescara sale così a quota 45 e aggancia il Perugia dell’ex Oddo (che è in vantaggio però negli scontri diretti).

Venerdì la resa dei conti. Vincere a Verona, considerando il calendario e le prossime sfide in programma, vorrebbe dire salvezza sicura.

Pescara-Livorno 1-0

Rete: 6′ st Maniero

Pescara (4-3-2-1): Fiorillo; Zappa, Drudi, Bettella, Balzano (19′ st Del Grosso); Memushaj, Palmiero (22′ st Busellato), Kastanos (1′ st Pucciarelli); Clemenza (22′ st Bruno), Bocic; Maniero. A disposizione: Alastra, Campagnaro, Elizalde, Scognamiglio, Crecco, Melegoni, Borrelli, Pavone. Allenatore: Sottil

Livorno (3-5-2) Neri; Boben, Coppola, Marie-Sainte; Morelli (27′ st Fremura), Awa, Luci (27′ st Agazzi), Trovato (7′ st Porcino), Seck (13′ st Ruggiero); Murilo, Haoudi (1′ st Pallecchi). A disposizione: Plizzari, Petri, Ricci, Bellandi, Pecchia, Nunziatini. Allenatore: Filippini

Arbitro: Robilotta di Sala Consilina

Redazione Vasport – redazione@vasport.it