Connect with us

Calcio

Sasà Galizia intervistato da un sito campano:” “Quest’anno a Vasto non mi è piaciuto moltissimo”

Published

on

Nella giornata di ieri l’ex attaccante della Vastese, Salvatore Galizia, ha rilasciato un’intervista ad un portale campano in merito alle intenzioni sul suo futuro. A 38 anni non ha intenzione di fermarsi ma vuole continuare a giocare, certo direte voi, nulla di male, ci mancherebbe, visto che un certo Francesco Totti è andato avanti fino a 41, in serie A, con la sua Roma ma questa è tutta un’altra storia! Poi Galizia ha continuato asserendo: ”  “Ho tutta l’intenzione di continuare a giocare, preferibilmente in Campania, visto che i miei sono ormai grandi e non è il massimo per loro cambiare scuola ogni anno”.  A dire il vero fuori dalla campania c’è stato nella scorsa stagione col trasferimento a Vasto ma i numeri sono impietosi, solo 5 reti realizzate, poco minuti collezionati con Colavitto prima e Favo poi, ma forse con quest’ultimo giusto qualcosa in più.  Ma il top lo raggiunge nel finale dell’intervista: “Quest’anno da poco concluso a Vasto non mi è piaciuto moltissimo”. Ora ci sarebbe da fare una valutazione, lui insieme a Nicola Fiore era il giocatore più rappresentativo, quello da cui ci si aspetta la giocata ad effetto piuttosto che risolvere le partite, quelle incerte, quelle che non si schiodano dallo zero a zero, oppure quelle che quando sei sotto le devi recuperare, ma così non è stato. A dicembre, quando è stato riaperto il mercato, dirigenza e staff tecnico erano seriamente intenzionati a valutare il trasferimento di un giocatore che non stava rendendo come si sarebbe auspicato visto il suo curriculum. Se ciò non è avvenuto va ringraziato un dirigente in particolare che per questioni di etica e rispetto, ma soprattutto per non stravolgere le abitudini di un’intera famiglia, ha insistito affinché Sasà Galizia, nonostante tutto, nonostante il gesto plateale e di stizza verso il suo allenatore all’ennesimo cambio, continuasse ad indossare la casacca biancorossa. Ma il bello della seppur breve intervista deve ancora arrivare: “ad inizio anno c’era poco feeling tra società e tecnico, peccato per il girone di ritorno al di sotto delle aspettative”. Sinceramente faccio fatica a capire il concetto che vuole esprimere, allora ricapitoliamo. A suo dire qualcuno della società non remava nella stessa direzione del mister, eppure i risultati arrivavano, poi dopo un periodo buio, iniziato ad Agnone, c’è stato l’avvicendamento tecnico ma con mister Favo le cose sono andate decisamente peggio. Questa volta però, mi pare di capire, si remasse tutti nella stessa direzione eppure i risultati li conosciamo tutti. Sinceramente credo ci sia ben poco da commentare, per il resto possiamo augurare a Galizia solo di riprendere a giocare con costanza e continuare a fare gol nella sua Campania, così come ha sempre fatto in passato!
M.C.
redazione@vasport.it