Connect with us

Calcio

Sibilia: “Stop calcio di base e giovani? Grave errore”

Published

on

In queste ore fa discutere la scelta del Governo di fermare parte dello stop con il nuovo Dpcm

Alcune categorie dilettantistiche, almeno per il momento, vanno avanti, altre da ieri e fino al 13 novembre si fermeranno. Insieme alle attività di base e i giovani, decisione che sin da subito non ha trovato l’appoggio di Cosimo Sibilia, numero uno della Lega Nazionale Dilettanti: “Dalle informazioni parziali che abbiamo il nuovo DPCM avrebbe confermato i nostri timori, perché se da un lato sembrerebbe garantita la prosecuzione dell’attività dilettantistica a livello nazionale e regionale, non possiamo dire lo stesso per quella provinciale e giovanile. Se così fosse siamo preoccupati perché impedire lo sport soprattutto a bambini e ragazzi equivale a creare un forte squilibrio tra una socialità organizzata e quella disorganizzata, quella che porterà migliaia di giovani a vivere il proprio tempo libero senza regole e senza responsabilità, a differenza di ciò che avrebbero potuto garantire le società sportive dilettantistiche che hanno investito risorse e mezzi per consentire la ripresa in sicurezza delle attività sportive. Trovo grave considerare lo sport un’attività non essenziale, come anche non aver cercato un confronto con chi organizza e gestisce lo sport di base nel nostro Paese”.