Connect with us

Sport e scuola

‘Special Olympics’, la settimana della pallavolo

Published

on

Coinvolti gli alunni della Scuola ‘Paolucci’ dell’Istituto Comprensivo 1 di Vasto

Dopo la settimana della pallacanestro svoltasi in dicembre torna a scuola Special Olympics con le sue attività di sport unificato, questa volta dedicate alla pallavolo.

Cos’è Special Olympics? E’ un movimento globale che sta creando un nuovo mondo fatto di inclusione e rispetto, dove ogni singola persona viene accettata e accolta, indipendentemente dalla sua capacità o disabilità. “Stiamo contribuendo – dicono i promotori – a rendere il mondo un posto migliore, più sano e più gioioso – un atleta, un volontario, un membro della famiglia alla volta. Il suo motto? ‘Che io possa vincere, ma se non riuscissi che io possa tentare con tutte le mie forze‘”.

Nella settimana scolastica scorsa, tra l’11 e il 16 febbraio, gli alunni della scuola secondaria di primo grado ‘Paolucci’ del Comprensivo n. 1 di Vasto si sono esibiti in match promozionali unificati, in cui tutti sono stati messi nelle condizioni di dare il loro meglio, per sette giorni gli insegnanti di scienze motorie e sportive coadiuvati da alcuni insegnanti di sostegno ed educatori si sono adoperati per la buona riuscita della manifestazione, gli studenti in un ambiente cordiale e con poche pretese agonistiche si sono limitati a giocare e divertirsi per un sano confronto tra pari.

I ragazzi con maggiori difficoltà sono stati aiutati con un adeguamento più o meno importante del regolamento, per la stragrande maggioranza dei ragazzi invece le regole non hanno subito variazioni.

Al termine delle varie ore di motoria gli atleti sono stati premiati con degli attestati forniti dall’ente organizzatore dell’evento (Special Olympics), in ricordo di una settimana speciale passata sul rettangolo di gioco con una rete a volte di fortuna ma con tanta amicizia e divertimento attorno.

“Concludiamo – si legge in una nota – con il ringraziare la dirigente prof.ssa Sandra Di Gregorio, i colleghi che con il loro impegno hanno contribuito a rendere possibile queste giornate, il personale ATA, Special Olympics e come sempre i ragazzi che sono il vero motore del nostro lavoro“.

Redazione Vasport – redazione@vasport.it

Advertisement

News più lette settimanali