Connect with us

Calcio

Spezia-Pescara, Legrottaglie cerca conferme

Published

on

Turno infrasettimanale in terra ligure, biancazzurri ‘incerottati’ ma vogliosi di fare bene

Turno infrasettimanale in campo esterno per il Pescara.

A tre giorni dalla rigenerante vittoria casalinga con l’Ascoli, i biancazzurri saranno di scena al “Picco” (ore 21) contro lo Spezia, quarto in classifica, squadra che ha ancora ambizioni di promozione diretta in Serie A che nell’ultimo turno, con il ko contro la capolista Benevento, ha interrotto una serie positiva lunga ben 13 partite.

Prima di due gare consecutive in esterna per il Pescara (la seconda a Benevento) che mister Nicola Legrottaglie, nelle dichiarazioni riportate sul sito ufficiale del club, inquadra così: “Affronteremo una squadra che gioca un buon calcio e che può sfruttare una grande rapidità tra le linee. Sarà un gran bello scontro, spero che venga fuori una partita che dimostri che entrambe le squadre ci tengono a praticare un bel calcio. L’imperativo per la mia squadra? Fare una bella partita e continuare a giocare senza l’assillo del risultato, che poi arriva di conseguenza. Per 25 minuti con il Crotone e per un’ora con l’Ascoli abbiamo offerto delle buone prestazioni. Ecco, l’obiettivo ora è continuare sulla falsariga di quelle a dare queste prestazioni, ma aumentandone il minutaggio. Al tempo stesso dobbiamo concentrarci sugli aspetti da migliorare, ad esempio la fase di non possesso dove concediamo ancora troppo. Spesso ‘regaliamo’ occasioni agli avversari e sotto questo aspetto dobbiamo crescere, vorrei una formazione un po’ più solida. Comunque, l’importante è lavorare duramente e, soprattutto, farlo nella direzione giusta, pur nella consapevolezza che, come per tutte le cose, ci vuole tempo, anche se non ne abbiamo tantissimo a disposizione”.

Fondamentali i tre punti conquistati contro l’Ascoli: “Ci volevano proprio, comunque non avevo dubbi che sul fatto che i ragazzi avrebbero messo in atto ciò che avevamo preparato. E’ stata una partita difficile nel primo tempo, però è stato anche bello perché poi, nella seconda frazione di gioco, i ragazzi si sono anche divertiti, che poi è il presupposto basilare. Nella ripresa abbiamo offerto una grande prestazione e l’abbiamo chiusa dominando il campo. Cosa ho detto loro nell’intervallo? Ho detto: basta! Basta aspettare, quello che vogliamo dobbiamo andare a prendercelo. Perché quando sei passivo prima o poi anche la mente diventa passiva, bisogna essere attivi, cercare le cose e andarle a prendere altrimenti la partita non la vinciamo. E alla fine l’abbiamo vinta”.

Capitolo formazione: ancora tante assenze per il Delfino al quale mancheranno, oltre ai ‘soliti noti’ Tumminello, Balzano, Di Grazia, Chocev, Pucciarelli e Kastanos, mancheranno anche Del Grosso, Zappa, Elizalde e lo squalificato Memushaj. Legrottaglie dovrebbe confermare il 4-3-2-1 messo in campo contro l’Ascoli con Fiorillo tra i pali, difesa con Bettella-Drudi-Scognamiglio-Masciangelo, Melegoni, Palmiero e Crecco a centrocampo e Galano e Clemenza a supporto di Bocic o Maniero. E c’è anche Bojinov che scalpita per il suo debutto in campo.

Redazione Vasport – redazione@vasport.it