Connect with us

Sport

Tennis e sub si, calcetto no, piscina ni

Published

on

Inizia veramente la fase 2. Dal 25 maggio riaprono piscine e palestre

Ecco il 18 maggio.

Ecco anche alcune novità in ambito sportivo che il Governo ha messo nero su bianco.

Regole che valgono e si applicano sul territorio nazionale al netto delle diverse ordinanze dei governi regionali.

A livello generale si può praticare il tennis ma solo in singolo, in piscina ci sarà una capienza massima, mentre gli amanti del calcetto dovranno aspettare. E non si sa nemmeno per quanto tempo ancora.

Partiamo dal tennis.

Molte regioni hanno già autorizzato la ripresa di questa disciplina che, seppure non individuale, garantisce comunque tra i giocatori ben di più della distanza di sicurezza di due metri prevista per chi fa attività sportiva. Si potrà però giocare solo in singolare e non in doppio.

Capitolo calcetto.

Ripresa? Per ora non se ne parla. E non se ne riparlerà nemmeno a breve visto che non c’è neanche una data prevista per la ripresa di dicipline come il calcio, la pallavolo, la pallacanestro, la pallanuoto e le arti marziali.

Sport in acqua. Si potranno fare le immersioni subacquee, in particolare l’attività dei diving ma con regole molto stringenti. I sub dovranno immergersi con attrezzature proprie o nel caso di noleggio queste dovranno essere sanificate e chiuse in involucri. Guanti e mascherine e posti assegnati a distanza su barche e gommoni sui quali non sarà consentito muoversi.

Palestra. Cosa cambierà lunedì prossimo, 25 maggio, data di fine lockdown per le palestre?

Teoricamente in palestra ci si può anche cambiare, ma le regole sono molto rigide. Gli spogliatoi potranno essere utilizzati, ci saranno postazioni a un metro e docce separate, bisognerà riporre i propri abiti in una borsa chiusa in armadietti che non possono però essere condivisi.

Analogo discorso per le piscine.
Non è prevista una distanza tra nuotatori, ma una capienza massima per ogni vasca nella misura di sette metri quadri a persona. Prima di scendere in acqua obbligatoria una doccia saponata.

A fine mese, dati alla mano, sapremo veramente come sta andando questa fase 2 con i feedback delle varie discipline sportive.

In bocca al lupo a tutti gli sportivi!

Alessio Giancristofaro