Connect with us

Calcio

Teramo, C. Ferreira all’attacco: “Vogliamo andare più in alto possibile”

Published

on

Nel corso della conferenza settimanale sono intervenuti anche Bunino e il neo acquisto D’Egidio

Il Teramo si prepara per affrontare una delle sorprese del girone C di Serie C: la Turris, squadra neo promossa dal campionato di Serie D. La formazione campana ha ottenuto 20 punti fino ad oggi (-5 dai biancorossi) e si trova in piena zona playoff all’ottavo posto.

Nella consueta conferenza stampa infrasettimanale, il primo a parlare è stato il nuovo portiere dei biancorossi D’Egidio che ha spiegato come non ci abbia pensato su due volte ad accettare la corte del Teramo, squadra con cui si stava allenando già un po’. Ha parlato ovviamente anche del suo nuovo gruppo di compagni in cui ha trovato concentrazione sul lavoro e voglia di stupire. D’Egidio è consapevole della forte la concorrenza con i suoi compagni di reparto che accetta mentre sul futuro ha detto di sperare in una prolungamento dell’attuale contratto in scadenza nel prossimo giugno. Infine un commento sui suoi pro e contro e dei suoi modelli di riferimento: “nonostante non sia altissimo sono bravo a sopperire a questo grazie all’esplosività nello stacco mentre devo migliorare per quanto riguarda il giocare la palla con i piedi” – ha continuato poi – “mi piacere prendere spunto da tutti i portieri, qualche anno fa ammiravo molto Julio Cesar”.

Il secondo a parlare è stato Bunino che non sta attraversando un buon momento sul piano realizzativo come lui stesso ha ammesso: “mi sta mancando un po’ di fortuna. In allenamento sto dando il massimo per far sì che il gol arrivi il prima possibile”. Su i suoi obiettivi personali da quando è arrivato a Teramo ha poi dichiarato: “il mio primo pensiero è stato mettermi in forza perché ho avuto qualche problema fisico, mi immaginavo qualche gol in più ma questo non deve diventare un’ ossessione. Devo farmi trovare sempre pronto”. Sul prossimo avversario, la Turris, ha detto che sarà una partita dura contro una squadra che sta facendo bene ma, ha poi concluso l’attaccante: “andremo là per vincere e fare il nostro gioco; speriamo di arrivare a bottino pieno a Natale. Potevamo avere qualche punto in più in qualche occasione ma finché ci saranno le prestazione i risultati arriveranno”.

L’ultimo ad intervenire nella conferenza stampa è stata Costa Ferreira, protagonista dell’ultimo turno, che crede ad un calo solo dei punti più che delle prestazioni dato che, a suo avviso, contro Vibonese e Virtus Francavilla la squadra abbia fatto delle buone partite che saranno un punto di partenza per il futuro. Sul suo ruolo nello spogliatoio e sulle critiche dice: “mi piace aiutare i miei compagni e mettergli a disposizione la mia esperienza. Non ho letto le critiche su di me; do il massimo per la squadra e per me stesso”. Importanti invece le parole su quello che la squadra ha in più rispetto allo scorso campionato: “abbiamo un’identità ben precisa. Siamo una squadra aggressiva che lotta su ogni pallone. Stiamo facendo bene ma dobbiamo migliorare” – continua poi il portoghese – “vogliamo andare più su possibile, non so dove possiamo arrivare ma vogliamo rimanere in alto”. Anche lui si è soffermato sulla prossima partita e ha poi concluso il suo discorso sul percorso di crescita della squadra: “non possiamo subire la partita all’inizio, mi aspetto un miglioramento sul piano mentale per la prossima partita. Dobbiamo essere più concentrati sui dettagli perché ci manca quello step che sono sicuro che faremo gradualmente”.

La prossima partita del Teramo sarà in casa della Turris nel weekend (13 dicembre ore 17.30).

Davide Baglivo
redazione@vasport.it