Connect with us

Calcio

Teramo, crisi di risultati non di gioco

Published

on

Lewandowski, Viero e Costa Ferreira sono stati i protagonisti della conferenza stampa

Il pareggio del Teramo contro l’Avellino ha sicuramente dato maggiore linfa ai biancorossi. Nonostante sia stato il quinto nelle ultime 7 gare, il pari è arrivato contro una delle squadre in lotta per i playoff nonché una delle più attrezzate del girone C. Il Teramo può sorridere non solo per i segnali positivi offerti contro gli irpini ma anche perché gli uomini di Paci sono rimasti al 3° posto grazie ai passi falsi delle inseguitrici che non hanno approfittato.

Uno dei protagonisti della conferenza stampa di metà settimana è stato il portiere Lewandowski, uno dei protagonisti delle vittorie di inizio stagione grazie alle sue parate, che sulla difficoltà del Teramo a ritornare alla vittoria parla così: “Penso che le squadre ora ci conoscano meglio e quindi contro di noi partono con maggiore attenzione. Siamo una sorpresa – ha continuato il polacco – siamo riusciti a fare grandi cose e speriamo di mantenere questo nostro cammino fino alla fine”. Sulla classifica: “Non parliamo di classifica nello spogliatoio, siamo concentrati su ogni partita e pensiamo a vincere il più possibile”.

Il secondo a parlare è stato Federico Viero che nell’ultimo periodo sta trovando il campo con maggiore continuità: “Ora sto molto bene rispetto ad inizio stagione. Non ho reagito bene alle prime esclusioni ma poi ho capito cosa mi chiedeva il mister, ho parlato con lui e da lì sono migliorato. Ultimamente ho trovato più spazio e questo mi rende fiero”. Sul potenziale della squadra e sul prossimo match: “Sarà difficile giocare palla a terra a Viterbo. Il girone di ritorno sarà una battaglia ma il carattere non ci manca come la forza; dovremo affrontare ogni partita come se fosse una finale. Siamo una squadra forte e possiamo arrivare in fondo”.

Dello stesso avviso è Costa Ferreira, uno dei migliori tra le fila del Teramo, che con grande onestà ha analizzato la prima parte di stagione della sua squadra: “Ad inizio campionato eravamo più attenti mentre ultimamente in certi momenti paghiamo alcuni cali di concentrazione. Ci manca questo step per migliorare ulteriormente”. Sul ritornare alla vittoria il più presto possibile: “Dobbiamo fare qualcosa in più ma non manca tanto perché comunque le prestazioni ci sono sempre state e non abbiamo mai sofferto completamente gli avversari. Manca una scintilla”. Infine un pensiero al match contro la Viterbese e uno ai tifosi: “Sappiamo che si tratta di una partita molto sentita e vorremmo regalare una vittoria ai nostri tifosi. Dobbiamo stare attenti, essere aggressivi e intensi”.

Davide Baglivo
redazione@vasport.it