Connect with us

Calcio

Teramo, Paci: “Andare a Terni per giocarsela e vincere”

Published

on

I biancorossi affronteranno la Ternana nel big match del girone C di Serie C

Prima contro seconda, il migliore attacco contro la miglior difesa, gli ex Parma Lucarelli e Paci si affrontano nella sfida al vertice tra Ternana e Teramo. Tanti gli spunti per presentare questa importante partita che darà un primo verdetto del girone di C di Serie C. In conferenza stampa è intervenuto il mister del Teramo Paci per commentare l’atteso match di domenica.

La formazione di domani sarà la migliore possibile nonostante le tre partite in una settimana?

Sì perché poi quando vedi un ragazzo durante la rifinitura avere quella fame e quella motivazione in più riesci a leggere tra le righe quello che può darti; per questa partita a maggiore ragione. Le valutazioni vanno al di là di tutto.

Arrivare a questa partita con tranquillità può essere il valore aggiunto?

Assolutamento perché noi fuori casa abbiamo dimostrato di giocarci le partite non fino in fondo come a Catanzaro e Potenza. La capacità competitiva passa dalla calma e dalla serenità nell’affrontare questo tipo di partite. Domani è una partita di queste e serve tranquillità e su questo ci stiamo lavorando ma sono sicuro che domani vedremo miglioramenti. 

Lasik è recuperato? Che tipo di partita pensi il Teramo debba fare?

Lasik è fuori ancora. Noi dovremo essere competitivi cioè essere in partita e gestire i momenti di pressione. Loro sono forti nelle individualità, nel saltare l’uomo. Dovremo sfruttare gli spazi che si creeranno perché loro concedono qualcosa. Dal punto di vista caratteriale dobbiamo migliorare, questa è una sfida per noi per essere competitivi. Nel calcio il risultato è sempre aperto ma io sono fiducioso per domani.

Quale indicazione potrebbe dare questa gara?

In caso di risultato positivo ci darà maggiore consapevolezza del nostro potenziale e ci darà modo di lavorare con più fiducia e con più forza. I risultati ti danno fiducia e io ne ho bisogno per far lavorare meglio i ragazzi. In caso di risultato negativo non cambierà niente perché continueremo a lavorare per migliorare. Non so se siamo al loro livello ma non è detto che non possiamo competere contro di loro.

Giocare senza pressione è un vantaggio?

La pressione ce l’abbiamo perché vogliamo giocarcela e vincere. Guai ad andare a Terni per fare una partita normale. Se entriamo in campo timorosi sarebbe un errore. Loro partono da favoriti in campionato ma a noi non cambia niente. La nostra mentalità è andare a Terni per giocarsela e vincere, poi può succedere di tutto.

Come commenta i buoni risultati della sua squadra?

Sicuramente non è frutto del caso, la fase difensiva è più organizzabile. Abbiamo una difesa giovane e dietro c’è tanto lavoro. In avanti subentrano le individualità e non è un caso che la Ternana stia facendo così bene.

Ad inizio stagione immaginava di affrontare la Ternana in una sfida di vertice?

Non me l’aspettavo, sono sorpresa dalla classifica ma non della seconda posizione della squadra. Non pensavo di essere subito competitivo perché all’inizio c’erano molte difficoltà. Però sono convinto che la squadra ha quel tipo di potenziale.

Avete preparato qualcosa di particolare in difesa?

Abbiamo preparato la partita secondo i loro punti forti e i loro punti deboli. Poi in campo viene fuori la competizione vera e servirà calma, fiducia ed essere equilibrati; tutti elementi che portano alla prestazione.

Soprano ha raggiunto uno standard fisica che ti dà garanzie?

Marco (Soprano) sta dando ampie garanzie, dal momento che è rientrato ha giocato bene quindi è un giocatore importante per la squadra. Non ho scelto la formazione ma valuterò anche le quattro partite precedenti.

Che modulo ha scelto? 4-2-3-1?

Saremo speculari nel modulo con loro e sì, ritorneremo al 4-2-3-1. Per quanto riguarda gli uomini non ho deciso, cerco di capire chi sta meglio in questo periodo e sono queste le valutazione che faccio. Non ho scelto ancora. 

Cosa è cambiato da quell’amichevole contro la Ternana? Hai sentito Lucarelli?

La squadra è cambiata molto anche perché prendevano tiri o gol ad ogni pallone in area. Mancava equilibrio ma era normale. Il Teramo è cambiato molto: abbiamo acquisito mentalità, condizione fisica, tattica e siamo cresciuti molto. Meritiamo la posizione in classifica. Lucarelli non l’ho sentito; avevamo un buon rapporto a Parma. Essendo tutti e due giocatori sanguigni ci piaceva la durezza durante gli allenamenti e le partite. Lo rispetto molto.

Cosa la preoccupa di più della Ternana?

Non sono preoccupato ma siamo attenti dalle loro corsie laterali perchè le loro azioni partono da là. Staremo attento a Falletti che è un giocatore determinante per loro. Sappiamo che loro sono veramente forti, la loro fase di possesso è estremamente efficace. La Ternana però ha punti deboli che noi dobbiamo cercare di sfruttare. La sfida più grande sarà giocarsi la partita. Se giochiamo con coraggio sono sicuro che faremo una grande partita.

È soddisfatto del suo attacco?

Assolutamente perché c’è molto equilibrio. Quando gli attaccanti si spendono molto in fase difensiva è normale lasciare qualcosa. I nostri attaccanti corrono molto per la squadra ma l’equilibrio c’è e segnamo con tanti giocatori quindi sono molto soddisfatto di tutti i giocatori. 

L’ingresso in campo di Mungo è stato positivo? Se si, la mette in difficoltà?

Assolutamente sì, ha fatto l’assist per il gol. Mi mette in difficoltà perché è un giocatore determinante per noi. Sarò sempre in difficoltà e sono fortunato ad esserlo.

La cosa nasce il fatto di avere la miglior difesa? Interpretazione della gara?

Noi giochiamo per vincere e non per difenderci. Abbiamo preso pochi gol perché abbiamo una difesa che funziona bene e perché centrocampisti e attaccanti fanno un eccellente lavoro di filtro. In attacco il singolo fa la differenza, non solo lo schema. 

In avanti è confermato Pinzauti? Peccato non avere il pubblico?

È un dispiacere. Non vedo l’ora di riavere il pubblico. Non ho ancora deciso la formazione, non so chi sarà in attacco.

Che ricordi hai da giocatore della Ternana?

Sono due anni che mi hanno permesso il salto in Serie A quindi ho bellissimi ricordi da calciatore.

La partita tra Ternana e Teramo si giocherà domani, 22 novembre, alle ore 17:30 al “Liberati” di Terni.