Connect with us

Calcio

Teramo, Paci: “Contro il Catania non dobbiamo perdere la nostra identità”

Published

on

Vigilia di campionato per il Teramo che ospiterà il Catania

Dopo la sconfitta esterna contro il Catanzaro, i ragazzi di mister Paci ritornano al “Bonolis” per affrontare il Catania. Lo stesso allenatore è intervenuto in conferenza stampa per presentare il match di domenica.

Come vi siete ritrovati dopo il primo stop?

È una partita importante per noi perché è una grande opportunità per rifarci del mancato risultato e della prestazione. La squadra si è preparata bene con maggior rabbia ed è pronto per cogliere questa opportunità

Il recupero di Bombagi cosa significa per te?

Ovviamente è una buona notizia perché più giocatori importanti abbiamo meglio è; si  alza anche la competizione all’interno della squadra. Non so se può partire dall’inizio o in corsa comunque lui resta un giocatore importante per noi.

Qual è l’eredità lasciata dalla sconfitta di Catanzaro?

È un’ottima eredità perché paradossalmente la sconfitta ti insegna più di un pareggio. Ci ha insegnato che se siamo organizzati e compatti possiamo competere al massimo del nostro livello e dobbiamo mettere in campo quell’intensità che ci ha contraddistinto in entrambe le fasi. È un passaggio fisiologico e da qui dobbiamo imparare che se non perdiamo la nostra identità siamo forti e possiamo competere contro chiunque.

Un commento poi sul prossimo avversario, il Catania.

È un avversario forte, giocano con un modulo complesso. Sono bravi in fase di possesso perché attaccano con molti uomini ma inevitabilmente lasceranno spazi. Sono molti bravi nelle palle inattive. Affronteremo una partita difficile e se avremo fatto tesoro di quello che è successo a Catanzaro possiamo giocarci la partita. Ho molto fiducia per questa partita.

Prenderai accorgimenti sulle loro palle inattive?

Lavoriamo molto sulle palle inattive, siamo migliorati molto. È una questione di attenzione e competizione. Dobbiamo avere fame per affrontare questa partita. Vogliamo riprenderci dopo Catanzaro.

Ci sarà qualche cambio?

Penso di si perché giochiamo molto e non possiamo mantenere la stessa formazione per tante partite. 

Su Bunino.

Non ho ancora deciso la formazione ma Bunino ha raggiunto una buona condizione e lui è una risorsa importante.

Che gara si è immaginato, magari sfruttando le ripartenze?

Sinceramente no perché abbiamo nelle nostre corde il controllo del gioco e tenere gli avversari nella propria metà campo. Cercheremo di giocare al massimo sfruttando le nostre forze; noi non siamo solo ripartenze.

Lasik, Viero e Gerbi come stanno?

Viero e Gerbi sono ritornati in squadra mentre Lasik ha un problema al flessore.

Il riposo del Catania può essere un vantaggio per loro?

No perché anche a Catanzaro noi avevamo riposato ma alla fine le motivazione e la cattiveria fanno la differenza. Non sono preoccupato per il giorno in meno di riposo.

Il Teramo può soffrire la fisicità del Catania?

Sì ma non per questo dobbiamo soccombere a loro. È una questione di mentalità perché bisogna voler vincere i duelli; non sempre i più grossi vincono.

La partita, in programma domenica 15 novembre alle ore 14, sarà in diretta su Raisport.